Mercato: crescita stabile anche in luglio (+7,4%)

Le immatricolazioni (moto e scooter over 50cc) si consolidano. Le moto sostengono la ripresa con un miglior andamento progressivo nell’anno.

5. Ducati Scrambler 800

Nel mese di luglio le immatricolazioni (due ruote motorizzate con cilindrata superiore a 50cc) segnano un incremento totale del +7,4% rispetto al luglio 2016. Gli scooter, con 15.097 immatricolazioni, registrano una crescita del +1,4%, le moto invece, con 9.032 unità immatricolate, crescono addirittura del +19,2%. I 50cc confermano il leggero recupero, con 3.045 registrazioni nel mese di luglio, +1,4% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Luglio pesa circa il 12% del totale venduto nell'anno.

Nei primi sette mesi del 2017 il mercato italiano delle due ruote motorizzate registra 149.001 immatricolazioni con un incremento del +7,2% rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso. Gli scooter hanno raggiunto quota 86.915 unità e segnano un +6,1%, mentre le moto mostrano un andamento ancora più dinamico con 62.086 pezzi, pari al +8,8%. Nello stesso periodo i ciclomotori (moto e scooter 50cc) confermano i volumi dello scorso anno con 14.997 registrazioni -0,3%. Da gennaio a luglio 2017 in Italia sono state vendute complessivamente 163.998 due ruote a motore (immatricolazioni + 50cc), con un incremento di volumi pari al +6,4% rispetto ai primi 7 mesi del 2016.

Andamento per cilindrata


Gli scooter da 300 a 500cc si confermano il segmento principale, con 30.878 veicoli e un +17,2% rispetto allo scorso anno. Seguono da vicino gli scooter 125cc, guidabili con la patente auto, con 28.857 unità e un -1,9%. In calo anche il trend dei 150-250cc con 18.247 pezzi e un -4,9%. Eclatante invece la crescita dei maxi-scooter oltre 500cc con 8.933 immatricolazioni e un +27,7% rispetto allo stesso periodo del 2016.

Il settore moto vede lo sviluppo delle cilindrate medio-alte sempre con il segno più: si va dal segmento più importante delle moto tra 800 e 1000cc in accelerazione con 19.766 unità e un +10,9%. Seguite dalle oltre 1.000cc con 17.341 moto e un +5,8%, infine le medie cilindrate, tra 650 e 750cc, hanno venduto 11.356 pezzi pari al +13,4%. Le moto da 300-600cc totalizzano 6.700 pezzi pari al -2,8%, mentre i modelli da 150 a 250cc realizzano 1.576 vendite con un calo del -2,9%. Il miglior risultato in termini di crescita lo realizzano le 125cc che con 5.347 moto registrano un incremento pari al +23,5%.

Andamento per segmento


Dall'analisi dei segmenti moto, si consolida la leadership delle naked con 23.513 vendite e un +14,6%, seguite dalle enduro stradali con 19.465 pezzi e un più contenuto +4,6%. Le moto da turismo con 8.964 unità ottengono un significativo +18%, mentre le custom con 3.975 pezzi sono in leggera flessione pari al -6,2%. In recupero le sportive con 3.304 moto e un +7,9%, al contrario delle supermotard che con 2.138 moto flettono del -4,9%.

  • shares
  • Mail