Il Rossi show di Misano


Valentino Rossi è stato il grande protagonista dello Yamaha Fest '07.
Nella lunga intervista con Valerio Staffelli, contornata da tanti ospiti come Antonio Cairoli, il 7 volte campione del mondo si è lasciato andare raccontando un po' del suo privato per la gioia dei tanti fans presenti, senza però dimenticarsi di trattare alcuni temi di attualità.
Rossi ha iniziato sottolineando quanto sia "triste" vedere come la stampa vada sempre dove tira il vento, tanto da dare per finito un campione solo per aver perso qualche gara.
Sopratutto dopo aver visto due gare capolavoro come quelle del Mugello e di Assen.

Il "dottore" ha parlato anche del gap tra le Bridgestone e le Michelin, dicendosi fiducioso del lavoro fatto dai francesi per recuperare nei confronti degli avversari.
Sono arrivate poi parole di stima per Stoner e la Ducati, ed è stata smentita la remota possibilità di un ingaggio presso la scuderia italiana.
L'attuale contratto lo lega fino al 2008 con la Yamaha e l'affetto verso il suo team (che considera una famiglia) non gli dà molti stimoli per cambiare.
Guardando al futuro, Valentino ha raccontato che un pilota riesce a rimanere concentrato ed efficace fino a 31-32 anni al massimo, termine dopo il quale lui potrebbe anche smettere di correre.
Fortunatamente per il momento Rossi ci è apparso agguerrito e concentrano più che mai, e per il GP di Misano già promette battaglia.

  • shares
  • Mail
46 commenti Aggiorna
Ordina: