CIV 2017, veni, vidi, vici: il ritorno di Massimo Roccoli

Mancava dalle scene da alcuni mesi: al suo ritorno terzo posto in griglia e vittoria nel settimo round del CIV a Misano

roccoli.jpg

CIV 2017 - Mancava nel panorama nazionale Massimo Roccoli. Mancava per vari motivi. Il primo riguardava sicuramente quel progetto di Superbike che gli avrebbe portato ancor più stimoli. Lui, che negli ultimi anni è diventato grande rappresentante e portabandiera di casa MV Agusta con i suoi titoli nazionali, aveva provato, sempre con Schiranna, a fare il grande salto tra le cilindrate piene. Un'avventura purtroppo chiusa ancor prima di iniziare: problemi di budget, con prima lo slittamento e poi il punto messo in calce: peccato.

Mancava però Massimo, ragazzo disponibile, umile quanto veloce, personaggio bello tra i veterani di un CIV che alterna talenti conclamati con i giovani del futuro in rampa di lancio per il salto verso il mondiale. Ecco, Roccoli, assente nelle prime tappe, si è presentato a Misano, di nuovo in quella che è la sua classe storica, quella che gli ha regalato cinque allori iridati, cinque campionati, la 600 Supersport.

E' risalito in sella alla MV Agusta F3 675 del team Full Moto Squadra Corse. Detto fatto, al sabato ha conquistato una vittoria perentoria, di forza e velocità. Ha tenuto un ritmo elevato e insostenibile, sempre sul passo del '42, tenendosi dietro lo sfortunato Bussolotti e Lorenzo Gabellini con la Yamaha, salvo poi allungare nelle tornate finali.

Come a dire: veni vidi vici, senza lasciar feriti, Roccoli ha mostrato come sia ancora in perfetta forma per il vertice. Peccato per il riminese che la gara seguente, l'ottavo round, sia finito con delle noie meccaniche che lo hanno costretto al ritiro.

“E' sempre bello tornare e Vincere! Ringrazio il Team full moto squadra corse per avermi dato l’opportunità di tornare in sella e soprattutto per il lavoro svolto. Volevo dedicare la vittoria a tutti i miei supporter che mi sostengono e mi seguono”.

  • shares
  • Mail