Raid moto a Halloween: 13 arresti a Leeds [Video]

Un totale di quasi 15 anni di detenzione per i responsabili di un raid motociclistico che lo scorso Ottobre terrorizzarono Leeds.

Lo scorso 31 Ottobre 2016, in occasione delle celebrazioni di Halloween, il centro cittadino di Leeds, in Inghilterra, fu "spaventato" da un folto gruppo di invasati che, probabilmente troppo esaltato dai festeggiamenti, si era reso protagonista di una riprovevole scorribanda con moto e quad all'insegna della guida pericolosa, con tanto di invasioni di marciapiedi, portici e altre aree pedonali.

Per quella dissennata bravata - puntualmente immortalata da diverse telecamere a circuito chiuso della zona e documentata da un video divulgato dalla West Yorkshire Police - dodici uomini e una donna sono stati condannati ieri dal tribunale di Leeds a un totale di quasi 15 anni reclusione.

Da 12 a 18 mesi le pene per gli imputati, tutti di Leeds, che già in precedenza si erano dichiarati colpevoli di aver causato turbamento dell'ordine pubblico. Le indagini comunque sono ancora in corso visto l'alto numero di persone coinvolte e nuovi provvedimenti potrebbero essere presi a breve.

leeds-halloween-1.png

Oltre ai filmati della CCTV, l'inchiesta - denominata "Operation Dice" - ha setacciato i social media fino ad arrivare, nel mese di Dicembre, ad alcune perquisizioni, agli arresti dei principali sospettati e al sequestro di diverse motociclette.

Augurandosi che il verdetto serva da deterrente a futuri comportamenti del genere, il comandante del locale distretto di Polizia Paul Money ha spiegato allo Yorkshire Evening Post:

"Il comportamento di questi e altri individui durante quella notte ha messo in serio pericolo la sicurezza delle persone, ha causato inutilmente paura tra la gente e ha creato un'immagine di illegalità nel cuore della città che noi, semplicemente, non avevamo intenzione di far passare liscia."

leeds-halloween-2.png

"Avevamo detto molto chiaramente, subito dopo l'incidente, che avremmo intrapreso una dura azione contro tutti coloro che saremmo riusciti ad identificare come coinvolti, e questa sentenza uscita oggi in tribunale dimostra che abbiamo tenuto fede a quella promessa."

"La situazione che si era creato quella sera era assolutamente senza precedenti per Leeds e il West Yorkshire. Ha rappresentato una sfida significativa per il grande numero di persone coinvolte e anche per le limitate opzioni "tattiche" disponibili per fermare le moto in sicurezza".

leeds.png

  • shares
  • Mail