Segnaletica su tutor e autovelox: tanto rumore per nulla

Ha suscitato un po' di confusione una dichiarazione del procuratore generale di Roma, ripresa male dalla rete

autovelox.jpg


Gira da alcuni giorni per la rete la notizia secondo cui ci sarebbe in preparazione un decreto legge riguardante la mobilità secondo cui da tutte le strade, ma anche dai sistemi di navigazione - app o siti che siano - le segnalazioni preventive di autovelox e tutor. La motivazione addotta sarebbe riconducibile ad una loro eventuale pericolosità: automobilisti e motociclisti infatti, a fronte di tali cartelli, rallenterebbero bruscamente, aumentando la possibilità di eventuali tamponamenti, così come cambi di corsia pericolosi e - più genericamente - tutta una serie di comportamenti atti a procurare eventuali problemi.

Come riferito proprio da La Repubblica, lo stesso Procuratore Generale di Roma Giovanni Salvi "Il fatto di segnalare con anticipo un controllo di polizia è una cosa illogica e che molte volte rende di fatto inutile il pattugliamento. Levare queste segnalazioni preventive rimetterà legalità sulle nostre strade: deve passare il concetto che gli automobilisti devono sempre viaggiare entro i limiti di velocità, non solo quando ci sono i controlli".

Giusto, peccato che, tale scritto e tali concetti siano stati ripresi in maniera erronea dalla rete. Non vi infatti al momento alcun progetto, ne tantomeno dunque vi è una previsione di esame parlamentare rigaurdo tale questione. Molto più semplicemente l'idea, la proposta ripresa dal quotidiano fondato da Scalfari, può essere vista come un suggerimento come tema parlamentare da parte della procura di Roma, che non ha alcun valore al momento, se non per la rilevanza del ruolo rivestito dallo stesso Salvi.

Un errore - quello del web - di riprendere e dare per assodate idee, pensieri e concetti. Ben diverso da una realtà fattiva. Ed allora che fare? Semplice: rispettare a prescindere i limiti imposti dalla legge.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 2 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail