El Solitario Harley-Davidson Roadster 1200 Desert Wolves

Lo spagnolo David Borras presenta tre H-D Roadster scrambler reduci da un’avventura nel Sahara che hanno ispirato anche una linea di abbigliamento e accessori per fuoristrada.

Tre moto, tre amici, un’idea: passare 10 giorni nel deserto del Sahara con moto, tende, abbigliamento e mezzo di supporto tutti appositamente realizzati per questo scopo, creati e disegnati per affrontare questo viaggio, da cui produrre anche un docu-film.

Questo è quanto ha fatto David Borras, creatore di El Solitario MC, atelier di customizzazione con sede in Galizia, nel nord-ovest della Spagna.

Le moto sono state realizzate partendo da tre Harley-Davidson 1200 Roadster e al termine del viaggio sono state esposte a Biarritz in occasione di Wheels and Waves, in un contest particolare: erano infatti ingabbiate in una struttura alta sei metri.

el_solitario_roadster_desert_wolves_10.jpg

Trasformare una moto custom che pesa 259 kg in ordine di marcia in un mezzo che possa sopravvivere ai rigori del Sahara appare un’opera ardua. Ma questo è esattamente quello che ha fatto El Solitario. Una moto eclettica come la Roadster, che ha dimostrato in occasione del concorso Battle of the Kings di poter passare con disinvoltura da una cafe racer a una scrambler è sembrata a David il mezzo adatto al suo spirito per il progetto Desert Wolves.

Alcune modifiche sono state facili, altre meno. Tra queste ultime sicuramente il comparto ciclistico, in particolare le sospensioni, per le quali David si è rivolto a Öhlins. La forcella di primo equipaggiamento a steli rovesciati è stata irrobustita sostituendo le molle e modificando i pompanti.

Per gli ammortizzatori il lavoro è stato più complesso. Il peso della moto combinato con la necessità di una corsa maggiore necessaria per il fuoristrada ha spinto i tecnici del reparto Öhlins Race Division a utilizzare ammortizzatori piggyback regolabili specifici per ATV a quattro ruote.

el_solitario_roadster_desert_wolves_

Il resto della componentistica è il risultato di diverse collaborazioni con gli altri sponsor dell’iniziativa, che hanno fornito parti specifiche. Bark Busters ha disegnato i paramani in fibra di carbonio, Kineo ha prodotto i cerchi a raggi per pneumatici tubeless, entrambi da 19 pollici, che permettono di sostituire i raggi senza smontare la ruota e montano coperture Dunlop DT3 studiati per il flat track, che consentono di galleggiare sulla sabbia in velocità.

SC Project ha invece disegnato e prodotto lo scarico due in uno rifinito in nero satinato, ISR i dischi, le pinze e tutto l’impianto frenante, mentre Kriega le borse morbide laterali e posteriori. A proposito di queste ultime, fanno parte della collezione di accessori e abbigliamento Desert Wolves firmata El Solitario, che comprende anche jeans, una tuta in Dyneema, la tenda Yama Cirriform SW Shelter, casco Shoei Hornet, occhiali a maschera Barstow e stivali Alpinestars Supervictory ma anche abbigliamento per il tempo libero come T-shirt e felpe.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 12 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO