MotoGP Mugello: Dovi, che rischio! [Video]

In fondo al rettilineo del Mugello il vincitore del GP d'Italia si è esibito in un "numero" veramente mozzafiato: la Desmosedici si è brutalmente scomposta nella staccata da 340 all'ora della San Donato

Andrea Dovizioso è stato il protagonista assoluto di questo GP del Mugello, assieme a quel Danilo Petrucci che è riuscito a portare la Ducati Pramac in 3^ posizione davanti al pubblico italiano letteralmente in visibilio.

Il Dovi è stato velocissimo, ma è stato anche autore di una corsa molto astuta: ben attento a non stressare troppo le gomme nella prima parte di gara, ha cambiato marcia nelle battute finali mantenendo a debita distanza l'indomabile Maverick Viñales. Un capolavoro, insomma, non solo di polso ma anche di testa!

Andrea ha beneficiato anche del potentissimo motore della Ducati, che sul lungo rettifilo di Scarperia ha dimostrato tutta la sua superiorità rispetto ai quattro-in-linea delle Yamaha M1: il prezzo da pagare, però, è una Desmosedici davvero "maschia" -forse troppo!- che anche quest'oggi ha messo in mostra un'esuberanza al limite dell'indomabilità.

Il video che vi mostriamo in apertura è spettacolare quanto terribile: nel corso della staccata della San Donato (una frenata che da oltre 340 all'ora porta a 85 km/h) la MotoGP bolognese si intraversa brutalmente costringendo il forlivese a ricondurla con la forza a più miti consigli. Tremendo, se consideriamo che tutto ciò è avvenuto a una velocità che plausibilmente è ancora superiore ai 300 km/h...

Qui sotto, l'avantreno della Desmosedici n°4 si alleggerisce nei pressi del "dosso" del Mugello, quando il contakm segna qualcosa come 346 km/h: la prossima volta che qualcuno chiama "donnicciuole" (o peggio...) questi ragazzi piloti degli anni 2000, mostrategli questi video!

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 267 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO