Yamaha Tricity 155, NMAX e D’elight: prove di mobilità urbana

Vivaci, scattanti e dai consumi ridotti, tre mezzi di punta della gamma Urban Mobility.


Il nuovo Yamaha Tricity in versione da 155 cc è stato il protagonista di una prova impegnativa sulle trafficatissime strade della città di Roma insieme ad altri due scooter della gamma Urban Mobility, il compatto NMAX e il raffinato D’elight dalle inconfondibili linee retrò. Tre mezzi efficienti dalle cilindrate comprese tra i 125 e i 155 cc, tre scooter dalle differenti caratteristiche ideati dalla casa di Iwata per rispondere a diverse esigenze.

La nostra prova su strada


La gamma Yamaha Urban Mobility è caratterizzata da un elevato comfort, da una guida pratica, maneggevole e vivace allo stesso tempo, ma, soprattutto, per quello che è il suo vero punto di forza: bassi consumi e minime emissioni.

Tre scooter diversi perfetti per affrontare il traffico e gli spostamenti di tutti i giorni da casa a lavoro e non solo, tre scooter con peculiarità e connotazioni specifiche: tre ruote per il nuovo Tricity 155, piglio sportivo e maggiore compattezza per NMAX, ruote basse per il D’elight.

Yamaha Tricity 155 - Come è fatto


Il tre ruote Yamaha è la soluzione studiata dalla casa dei tre diapason per affrontare il traffico quotidiano e gli spostamenti di tutti i giorni. Il design a tre ruote lo rende la scelta perfetta anche per i piloti inesperti con le due ruote anteriori capaci di piegare in curva offrendo una leggerezza, un’agilità e una grande sensazione di stabilità e confidenza, in più, la cilindrata maggiorata a 155 cc lo rende idoneo all’utilizzo in autostrada.

Il Tricity si distingue per una posizione di guida eretta e confortevole che favorisce una guida rilassata, un mezzo divertente e pratico che ispira fiducia e protezione proprio grazie alle sue tre ruote che assicurano una perfetta aderenza per affrontare le insidie dell’asfalto cittadino, anche e soprattutto in condizioni particolari, come sul bagnato e sui tratti più sconnessi e scivolosi.

Il Tricity è equipaggiato con il propulsore Blue Core, un monocilindrico da 155 cc raffreddato a liquido, 4 tempi, SOHC, 4 valvole con sistema Yamaha VVA, Variable Valve Activation, in grado di generare una potenza dichiarata dalla casa di 11,1 kW (15 CV) a 8.000 giri/min e una coppia massima di 14,4 Nm a 6.000 giri/min, con accelerazioni scattanti e consumi molto contenuti. La caratteristica fondamentale del motore Blue Core sta nel fatto di concentrarsi maggiormente sull’aumento dell’efficienza della combustione e del raffreddamento per fornire una maggiore reattività e minori consumi.

Il telaio, leggero e compatto è lo stesso del 125 cc, tra le novità il nuovo faro anteriore a LED, una lunga sella con un maggiore comfort, una lunga pedana piatta molto ergonomica e una nuova ruota posteriore da 13 pollici con uno pneumatico più largo 130/70 che migliora la trazione. Aumentato anche l’interasse con le ruote anteriori da 14 pollici, un intervento volto a migliorare nettamente la stabilità.

Con un peso di 165 Kg compresi serbatoi olio e carburante pieni e 1.210 mm di altezza il Tricity dispone di un’ottima agilità, soprattutto quando si devono affrontare percorsi sconnessi come buche o passaggi delicati sul pavé o sui selciati, ma anche e soprattutto sugli scivolosi binari del tram in condizione di pioggia, caratteristiche che fanno del Tricity 155 un mezzo pratico, maneggevole e conveniente per attraversare la città. L’autonomia dichiarata dalla casa è vicina ai 300 Km con un pieno e un consumo, sempre stando ai dati di Iwata, di 39Km/litro.

Il tre ruote Yamaha adotta un sistema di frenata integrata UBS, Unified Braking System, ABS di serie con due dischi anteriori da 220 mm e uno posteriore da 230 mm. Serbatoio più capiente rispetto alla versione da 125 cc, 7,2 litri, freno di stazionamento e presa da 12 V nel nuovo porta oggetti anteriore, in più, il comodo vano sottosella è in grado di ospitare anche un casco integrale. Il Tricity è disponibile anche in versione 125 cc a partire da 4.499 euro, mentre ne occorrono 4.699 euro per il 155 cc.

Yamaha NMAX


Uno scooter dal look sportivo e dalle dimensioni compatte, solo 127 Kg di peso, un’altezza di 1.115 mm, cerchi da 13 pollici, pneumatico anteriore 110/70-13 e 130/70-13 posteriore e grandi fari a LED. Eccellente stabilità e maneggevolezza, NMAX offre ottime prestazioni e brillanti accelerazioni grazie al motore Blue Core, un approccio tutto Yamaha che si concentra sull'incremento dell'efficienza della combustione e del raffreddamento, introducendo al tempo stesso misure per ridurre le perdite di potenza.

Una tecnologia che non solo permette accelerazioni più rapide ed una maggiore velocità di punta, ma riduce anche i consumi migliorando al contempo le prestazioni di guida in ogni tipo di situazione. NMAX è disponibile in due versioni da 155 cc e 125 cc, entrambi con motore a 4 tempi raffreddati a liquido con iniezione elettronica, uno dei propulsori più sofisticati della sua categoria capace di offrire una spinta straordinaria.

La versione da 155 cc raggiunge una potenza massima di 11,1 kW @ 8.000 giri/min per una coppia massima di 14,4 Nm @ 6.000 giri/min, mentre il 125 cc sviluppa a sua volta una potenza massima di 9,0 kW @ 7.500 giri/min e una coppia massima di 11,7 Nm @ 7.250 giri/min. L’urban-commuter di Iwata è uno scooter molto reattivo, vivace e maneggevole, ma al tempo stesso agile e molto stabile, con una posizione di guida comoda e perfetta dall’impronta sportiva e dai consumi ridotti (45,7 km/litro in modalità WMTC per l’NMAX 125), adatto per gli spostamenti in città, ma anche per i viaggi di piacere.

Dotato di un pratico vano sottosella in grado di ospitare un casco integrale e di due scomparti nel retroscudo con un serbatoio dalla capacità di 6,6 litri. ABS di serie, freni a disco anteriore e posteriore da 230 mm. I prezzi consigliati dell’NMAX partono da 3.149 per la versione da 125 cc e 3.299 per il 155 cc.

Yamaha D’elight


Design elegante e curato nei dettagli, un affascinante look retrò, dimensioni compatte e solo 99 Kg di peso per uno scooter scattante che fa proprio della leggerezza il suo punto di forza, uno scooter facile da manovrare e gestire nel caos del traffico cittadino. Un mezzo pratico e conveniente, una valida alternativa per i pendolari alla ricerca di una soluzione funzionale per risolvere i problemi di mobilità delle nostre città rese sempre più caotiche con un traffico ingestibile. Il telaio del D’elight è estremamente leggero e compatto con sospensioni morbide, sia all’anteriore che al posteriore, in grado di assicurare una guida estremamente fluida, piacevole e confortevole.

Nuovo motore Blue Core da 125 cc molto performante ed efficiente dai consumi ridotti. Un monocilindrico, 4 tempi, Raffreddato ad aria, SOHC, 2 valvole con una potenza massima di 6,2 kW @ 6.750 giri/min in grado di sviluppare una coppia massima di 9,8 Nm @ 5.250 giri/min.

Una guida semplice e divertente grazie alla ruota anteriore da 12 pollici abbinata ad una posteriore da 10 pollici. Sistema di frenata combinata Unified Braking System (UBS) di Yamaha, per frenate modulabili e controllabili con freno a disco anteriore da 180 mm e quello posteriore da 130 mm. Buona capacità di carico con il sottosella capace di contenere un casco integrale e una grande autonomia che, grazie al suo serbatoio da 5,5 litri, lo colloca tra i migliori della sua categoria. Prezzo consigliato al pubblico a partire da 2.499 euro.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 2 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO