SBK Imola 2017: Davies trionfo “bis!”. Il Santerno è rosso Ducati [Foto]

Davies, quarta vittoria consecutiva a Imola! Ducati sugli scudi

Ancora Chaz Davies ancora Ducati ed è una doppietta che fa esplodere il pubblico di Imola e tiene aperto, se pur con un filo di lana, questo Mondiale SBK, bello ma non quanto le premesse della vigilia stagionale promettevano.

Chi s’accontenta gode ed è giusto godere del cielo che s’accende di “rosso” omaggiando il “Re” del Santerno, mattatore ieri di gara 1 e oggi di gara 2, dopo lo scatto dalla terza fila e la splendida rimonta iniziale.

W Chaz! alla quarta vittoria di seguito a Imola, al suo 23esimo successo e alla sua ottava doppietta in carriera! Il gallese di ghiaccio scalda il cuore dei fan della Rossa, tornata al trionfo-bis sul circuito di casa e decisa a credere che niente è impossibile. Bravi!

ducati-sbk-imola-2017-2.jpg

Al di là di qualche “fuori sacco” (oggi la corsa è stata fermata subito dopo il primo giro per l’olio in pista dopo la rottura del motore della Kawasaki di Badovini e la seconda partenza ha visto Davies ben più veloce del primo start quando era rimasto invischiato a metà gruppo con Rea lepre più avanti di oltre 2 secondi…) Gara 1 e Gara 2 sono state due cavalcate solitarie, senza storia.

Il gallese e la sua moto davvero lepri imprendibili perché qui sui saliscendi (il manico di Chaz “aiuta” nel discesone Piratella-Acque minerali, ingresso e uscita Rivazza e staccata variante che immette sul traguardo…) e sulle varianti (l’accelerazione del bicilindrico fa la differenza, così come in percorrenza di curva…) hanno dimostrato una netta superiorità rispetto a tutti gli avversari.

Solo Rea si è espresso allo stello livello qualitativo di Davies: con la differenza, però, di aver commesso più di una sbavatura (pesante quella alla variante del traguarda) e di non averci creduto fino in fondo nella possibilità di agganciare oggi il battistrada, pensando più alla classifica del campionato che a quella della corsa. Così i danni, per il campione del Mondo, sono stati limitati al massimo.

world-sbk-imola-2017-1.jpg

Tattica del pilota perdente? No di certo. Tattica che ha privato questi due round imolesi dello show per il mancato duello diretto fra i due “big” del campionato ma che è la via maestra – viste le conclusioni delle gare precedenti – per non incappare in errori e portare a casa punti pesanti mantenendo saldamente la testa in classifica generale e correndo veloci verso il terzo titolo iridato consecutivo.

Insomma, se Davies esce da Imola con due superbe prestazioni trionfali che ribadiscono il valore di questo pilota e sono manna dal cielo per la Ducati e per la stessa Sbk, non si può certo affibbiare a Rea l’appellativo del pilota sconfitto. I suoi secondi posti sono ancora una volta i suoi risultati … “peggiori” che messi accanto al filotto di vittorie già conseguite (altre ne seguiranno ...) la dicono lunga sulla situazione di questo campionato.

Da Imola escono invece sconfitti – se pur con il dovuto rispetto – sia Sykes che Melandri. Il primo perché non regge né all’assalto impetuoso di Davies né a quello meno possente ma ugualmente riuscito di Rea dimostrando di subire la leadership di entrambi.

IMOLA, ITALY - MAY 13: Lorenzo Savadori of Italy and Milwaukee Aprilia  leads Alex De Angelis of Rep. San Marino and Pedercini Racing during the Race 1 during the FIM Superbike World Championship - Race 1 at Enzo and Dino Ferrari Circuit on May 13, 2017 in Imola, Italy.  (Photo by Mirco Lazzari gp/Getty Images)

Il secondo perché non solo non tiene il passo del suo compagno di squadra due volte primo (terza vittoria stagionale) ma non contiene né il binomio delle Kawasaki né oggi l’attacco del pimpantissimo Fores (compimenti!) sulla Ducati non ufficiale, piazzandosi solo quinto.

Marco non dispone (ancora?) del giusto feeling tecnico e agonistico con la Panigale e non pare proprio il pilota che serve oggi a Ducati in Sbk, quella Ducati che a Imola svetta con tre moto nella top five.

Nessun italiano oggi a podio. Già. E quanti nella top ten? I 74 punti di gap fra Rea e Davies sono una distanza pesante ma non impossibile da colmare. Il mondiale è riaperto. Almeno fino a quando Rea non torna il “cannibale”. Il resto in cronaca.

SBK Imola 2017 - Classifica Gara-2


world-sbk-imola-2017-9.jpg

1 C. DAVIES | GBR | Ducati Panigale R 18 Laps
2 J. REA | GBR | Kawasaki ZX-10RR +3.739
3 T. SYKES | GBR | Kawasaki ZX-10RR +4.342
4 X. FORÉS | ESP | Ducati Panigale R +14.441
5 M. MELANDRI | ITA | Ducati Panigale R +14.596
6 A. LOWES | GBR | Yamaha YZF R1 +32.214
7 E. LAVERTY | IRL | Aprilia RSV4 RF +33.919
8 J. TORRES | ESP | BMW S 1000 RR +35.932
9 M. VAN DER MARK | NED | Yamaha YZF R1 +36.099
10 L. MERCADO | ARG | Aprilia RSV4 RF +37.621
11 R. RAMOS | ESP | Kawasaki ZX-10RR +40.395
12 N. HAYDEN | USA | Honda CBR1000RR +43.738
13 L. SAVADORI | ITA | Aprilia RSV4 RF +48.589
14 S. BRADL | GER | Honda CBR1000RR +54.649
15 R. KRUMMENACHER | SUI | Kawasaki ZX-10RR +54.916
16 R. DE ROSA | ITA | BMW S 1000 RR +56.434
17 O. JEZEK | CZE | Kawasaki ZX-10RR +1'15.311

Non classificati:
R. RUSSO | ITA | Yamaha YZF R1
L. CAMIER | GBR | MV Agusta 1000 F4
A. DE ANGELIS | RSM | Kawasaki ZX-10RR
A. BADOVINI | ITA | Kawasaki ZX-10RR

world-sbk-imola-2017-15.jpg

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 21 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO