Yamaha Deus Swank Rally: Milano Rumble

Debutta con Milano Rumble l’irriverente Yamaha Deus Swank Rally, andato in scena giovedì 27 aprile.

La tappa inaugurale di Deus Swank Rally si è svolta, sotto una pioggia battente, presso lo straordinario scenario della storica ex acciaieria Falck di Sesto S. Giovanni (MI). Organizzato da Deus Ex Machina e sponsorizzato da Yamaha Motor Europe filiale Italia, il campionato amichevole di fuoristrada vintage ha unito passione e divertimento su due ruote.

Il primo round è stato Milano Rumble, che ha posto al centro della scena il fascino, l’eleganza e la ricercatezza delle special tassellate e vintage enduro e l’originalità delle “inappropriate”, moto stradali appositamente modificate per poter correre su un terreno inadatto. Terreno reso ancora più infido e scivoloso dalla pioggia, che ha dato tregua solo fino al primo pomeriggio.

yamaha_dsr_milano_rumble_37.jpg

L’evento, costruito sulla formula della competizione amichevole tra percorsi fettucciati e prove speciali, è stato inaugurato con un corteo di tutti i mezzi iscritti, partito alle 9.30 dalla sede italiana di Deus Ex Machina. Alla testa del gruppo la nuova Yamaha Swank Rally, esperimento su base XSR900 che anticipa una special vera e propria creata Deus, che sarà svelata alla quarta e ultima tappa della competizione.

Una volta giunti presso la location, uno degli spazi che hanno fatto la storia dell’industria italiana, i partecipanti a partire dalle 11 hanno effettuato le prove di percorso. Alle 12 ha preso il via la competizione, primo e unico urban rally ospitato da una suggestiva area industriale dismessa che, nei prossimi mesi, sarà protagonista del piano di riqualificazione “MilanoSesto”. La filiale italiana di Yamaha, oltre a essere presente sui tracciati con diversi mezzi, ha accolto presso la proprio hospitality in stile Faster Sons i numerosi ospiti presenti.

yamaha_dsr_milano_rumble_43.jpg

Tra i personaggi incontrati durante l’evento il DJ Ringo, lo scrittore Roberto Parodi su BMW R80 G/S Paris Dakar, i giornalisti Roberto Ungaro su Yamaha TT 350 e Paolo Sormani su Norton, ma anche alcuni piloti privati di vecchie Dakar e naturalmente Filippo Bassoli di Deus, mente creativa dell’evento. Alla sera, a partire dalle 21, si sono svolte le premiazioni presso il Leica Theatre di Deus.

Prossimi appuntamenti del DSR saranno: The Reunion, in programma il 21 maggio presso l’Autodromo di Monza su un classico fettucciato, e Wilday”, il 27 maggio sulle colline che circondano l’Autodromo di Varano de’ Melegari (PR) per una classica gara di regolarità. Ancora top secret la location della quarta e ultima tappa, prevista per il 17 settembre, che decreterà, in base ai risultati riportati negli appuntamenti precedenti, il vincitore assoluto.

  • shares
  • Mail