Umbrella Girls: a Jerez verranno bandite?

La filiale locale del partito politico Podemos vorrebbe bandire le ombrelline al prossimo Gran Premio di Spagna di Jerez de la Frontera

Quello della discriminazione della donna è un tema all'ordine del giorno sulle pagine dei giornali, nelle assemblee politiche e nelle aule di tribunale: il sessismo è una questione molto calda e d'attualità, e tale dibattito potrebbe finire per travolgere anche uno dei fenomeni di costume che danno più "colore" al Motomondiale, vale a dire quello delle Ombrelline.

Belle ragazze succinte e ammiccanti, che reggono l'ombrello dei piloti sulla griglia di partenza e fanno la felicità di tutti i maschietti del paddock: guardare ma non toccare, anche se le fidanzate dei tifosi avrebbero probabilmente da ridire anche su questa "concessione" visiva.

La prosecuzione di questa ormai consolidata "tradizione" -se così possiamo definirla- non è scontata, almeno per quanto riguarda il GP di Spagna che si disputerà il prossimo 7 maggio a Jerez de la Frontera: Ganemos, la filiale locale del partito politico Podemos, ha presentato una proposta al Municipio di Jerez per l'eliminazione di quella che viene considerata dai promotori un'usanza volgare e sessista.

L'obbiettivo è quello di "proibire" le Paddock Girls come già fatto in altre discipline del Motorsport (vedi FIA WEC, il Campionato Mondiale Endurance): la proposta è sostenuta da Podemos-Ganemos in collaborazione con 7 collettivi femministi dell'Andalusia.

Come si legge in una nota stampa del partito:

"La società sta facendo grandi passi in materia di uguaglianza sotto la spinta dei movimenti femministi, che reclamano la fine delle diseguaglianze e dell'oppressione di genere che caratterizzano i grandi eventi sportivi, le pubblicità e i mezzi di comunicazione [...] Da molti anni, il ruolo della donna in molte competizioni del Motorsport e nel nostro circuito in particolare si è ridotto a quello di puro ornamento, un ruolo iper-sessualizzato e alle volte addirittura offensivo. Un ruolo che è necessario ridefinire [...] al fine di eliminare la concezione della donna-oggetto, sollecitando Dorna a collaborare. [Eliminando le ombrelline a Jerez] si creerebbe un precedente esemplare a livello internazionale, sradicando un costume ingiusto e oltraggioso che tratta la donna come un semplice oggetto con evidenti connotazioni sessuali"

Secondo i suoi promotori, inoltre, le Ombrelline sarebbero addirittura "illegali" secondo la legge la spagnola:

"Quello delle Umbrella Girls è un costume che viola la Legge Generale sulla Pubblicità, che all'articolo 34/88 dichiara 'illecita la pubblicità che presenta le donne in modo vessatorio, utilizzando il suo corpo o parti di esso come come mero oggetto svincolato dal prodotto che si vuole promuovere'"

Bisogna ricordare che la probabilità che la proposta venga accolta non è affatto remota: il proprietario del Circuito di Jerez è il Municipio di Jerez (attraverso l'impresa comunale Cirjesa), il cui consiglio è attualmente controllato dal PSOE.

Quest'ultimo (Partito Socialista Operaio Spagnolo) gode dell'appoggio politico di Sinistra Riunita e di Ganemos, il partito da cui è partita la proposta di "ban" delle ombrelline: non è improbabile, quindi, che le Paddock Girls finiscano per essere davvero bandite da Jerez.

E voi, che ne pensate?

  • shares
  • Mail