Furti moto in calo in Italia nel 2016

I colpi messi a segno a danno dei motociclisti italiani sono scesi del 6,58% rispetto al 2015; Val dʼAosta, Trentino e Umbria le regioni più "sicure"

A member of the French police intervention squad takes photos of the bikes that were used during the armed robbery of a jewellery store in Rueil-Malmaison, near an apartment where the four suspected armed robbers have taken refuge after a police chase, on February 19, 2014 in Noisy-le-Sec, east of Paris. The four men who have been arrested, are suspected of having attacked a jewellery store with automatic weapons in Rueil-Malmaison, west of Paris, before taking off on a motor scooter and a motorbike with around 100 000 euros worth of goods. AFP PHOTO / KENZO TRIBOUILLARD        (Photo credit should read KENZO TRIBOUILLARD/AFP/Getty Images)

Come nel 2015, anche nel 2016 i furti di autoveicoli in Italia - e in particolare di moto e scooter - hanno registrato un significativo calo rispetto all'anno precedente.

E' il dato principale di un'analisi statistica pubblicato sul proprio sito ufficiale dalla Polizia di Stato che sottolinea come l'attività di prevenzione e repressione nei confronti di questa tipologia di reato abbia permesso di passare da 114.121 furti complessivi di veicoli del 2015 ai 108.090 dello scorso anno, pari a un -6,58%.

La diminuzione dei trafugamenti ha riguardato tutti i generi di veicoli: -5,29% per gli autoveicoli (-8,82% per le autovetture), -9,76% per i "mezzi pesanti" e -9,38% per i motocicli (sempre inteso come moto e scooter). I furti di 'due-ruote' nel 2015 erano stati infatti 50.048 contro i 45.351 registrati lo scorso anno.

In termini di dati complessivi, le regioni più colpite sono state nell'ordine Campania, Lazio e Puglia, regioni in cui è significativo anche il dato dei 'rinvenimenti' superiore al il 33%. Le regioni più 'virtuose' sono invece risultate Valle d’Aosta, Trentino e Umbria.

Concentrando invece all'analisi solo sui motocicli, la Campania resta la regione maggiormente flagellata dal fenomeno con 9.077 furti (+2.83 rispetto al 2015) seguita da Lazio (7.878, -13,85%) e Lombardia (6.393, -15.31%). Le ragioni più 'virtuose' da questo punto di vista sono state invece la Valle d'Aosta (solo 14 furti su base annua), Basilicata (40) e Molise (69).

Piuttosto interessanti anche i dati dei 'rinvenimenti' delle due ruote: la più alta percentuale di 'restituzioni' si è registrata in Trentino con il 60% (117 mezzi recuperati a fronte di 195 furti) seguita dalla Liguria con il 55% (1.238 recuperi contro 2.264 furti) e Toscana con il 50% (1.453 'ritrovamenti' contro 2.881 furti).

In fondo a questa graduatoria ci sarebbe la Basilicata con il 20%, ma si tratta comunque di valori minimi, al limite del 'trascurabile': 8 rinvenimenti contro un totale di 40 furti complessivi.

mix-antifurti.jpg

  • shares
  • +1
  • Mail