Meda c'é!


Se il motomondiale si beve ormai regolarmente la F1 e tutti gli altri sport motoristici teletrasmessi in chiaro, lo si deve anche a Guido Meda, uno che vivendo a contatto con divi, divette e divine, non si è fatto fregare ed è rimasto uno vero, forte.

Anche alle prese con un GP insolitamente pallosetto come quello di Laguna Seca, Meda & Co. ce l'hanno saputa raccontare proprio bene, senza barriere tra telecronista e telespettatore, senza far valere il privilegio di essere parte del giro giusto, rispetto a chi può solo osservare attraverso lo schermo.

E' uno stile unico quello di Guido Meda, lo stile di uno che racconta le vicende di chi per mestiere deve andare un pò oltre, deve provarci continuamente, staccando sempre un pò più il là, aprendo sempre un pò prima.
E lui fa così, si butta dentro nelle ispide gimkane di disorsi franchi e smaliziati, toccando spesso argomenti scomodi e lo fa con il piacere di provare emozioni e di regalarle ai telespettaori.

E poi è uno che ha una storia tutta sua con le moto e ne racconta un frammento sulle pagine di motocicliste.net, uno dei più interessanti siti italiani di approfondimento motociclistico.

Meda c'é...e meno male!

  • shares
  • Mail