Davide Giugliano, debutto a Cartagena sulla Tyco BMW [Foto]

Il 27enne romano ha preso parte ai primi test ufficiali del British Superbike organizzati a Cartagena, provando per la prima volta la BMW S 1000 RR con cui correrà il Campionato nazionale d'Oltremanica

Dopo i test di due settimane fa, in cui Davide Giugliano aveva avuto modo di prendere confidenza con la BMW S 1000 RR provando la versione HP4 Race con il telaio in carbonio, è giunta l'ora per il pilota romano di scendere in pista con la moto che guiderà l'anno prossimo nel BSB, una superbike bavarese del team Tyco BMW.

Nella giornata di ieri sono infatti iniziati sul tracciato spagnolo di Cartagena i test del British Superbike, prove a cui stanno eccezionalmente prendendo parte anche i road racers Ian Hutchinson e Michael Dunlop: Giugliano ha girato assieme ai nuovi colleghi, assaggiando per la prima volta le doti della quattro cilindri tedesca con cui gareggerà nella SBK d'Oltremanica.

Con l'ingresso nel Campionato Nazionale Britannico cambiano molte cose per il 27enne laziale, che ha trascorso le ultime stagioni in sella alla Ducati Panigale al fianco di Chaz Davies: non solo una nuova moto a cui adattarsi, ma anche piste mai viste e un regolamento tecnico ben diverso da quello a cui Davide era abituato.

Nel BSB, infatti, gli aiuti elettronici non sono permessi: un bell'handicap per un pilota del Mondiale, abituato a barcamenarsi tra i mille controlli di cui è dotata una Superbike ufficiale.

"E' molto presto per dirlo, ma la nuova moto mi sta piacendo molto" ha detto il romano ai microfoni del sito inglese MCN "Per me qui tutto è nuovo, a partire dal circuito: ci ho guidato solo una volta, nel 2004, ed era con una 600!"

"Devo abituarmi a guidare senza elettronica" ha proseguito Davide "Per me è la prima volta da molto molto tempo, ma va bene. Non avere i controlli è un'ottima cosa, per il Campionato, per il motorsport e per il pilota, perché vuol dire che ciò che fai tu con il polso destro è più importante!".

L'obbiettivo di questi primi test, prima che il tempo sul giro, è quello di prendere confidenza con la nuova moto, gli assetti e le regolazioni: "Non stiamo cercando il best lap, perché prima devo abituarmi alla nuova moto... questa è la mia prima volta. Ho guidato la HP4 Race un paio di settimane fa ma è molto diversa dalla S 1000 RR con cui correrò quest'annno".

Assieme al romano ha girato anche Christian Iddon, suo compagno di squadra nel team nord-irlandese.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 52 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO