Lorenzo: "Da Rossi ho imparato molto"

Nell'intervista al programma tv "El Larguero" Jorge ha parlato anche delle sue aspettative riguardo al 2017: "Non mi vedo a lottare per il Mondiale"

lorenzo_museo.jpg

Jorge Lorenzo ha ospitato presso il suo museo "World Champion Collection" gli inviati della trasmissione televisiva spagnola "El Larguero": in quest'occasione Jorge ha snocciolato assieme ai giornalisti alcune tematiche, spaziando dall'attualità del suo passaggio in Ducati alla sempreverde questione del suo rapporto con Valentino Rossi.

Riguardo ai grattacapi che gli sta procurando la Desmosedici, Jorge si è si è dimostrato realista. Non si è lasciato andare allo sconforto ma nemmeno si è foderato gli occhi di prosciutto: la Ducati non è, al momento, al livello delle concorrenti. Almeno non su tutti i circuiti.

"Il primo giorno di prove non sapevo cosa aspettarmi... mi apprestavo a provare una moto molto diversa e con una grande storia alle spalle. Mi stupì subito il motore: il più potente della griglia, ma tutto sommato abbastanza docile quando si apre il gas. Avevo molta paura che si rivelasse troppo cattivo!"

"E' una moto che fa più fatica a voltare rispetto alle giapponesi. Dobbiamo cercare di farla girare 'di gas' quando siamo a centro curva... ora come ora credo che potremo aspirare alla vittoria in qualche circuito, ma non lottare per il Mondiale. Al momento, non mi immagino in lotta costante con i primi"

"In Malesia è stata dura. Ero abituato a stare quasi sempre tra i primi tre... mi ritrovo ventesimo. Arrivavo dal 7° posto durante i test di Valencia, a Sepang mi sono beccato quasi due secondi, con difficoltà nelle curve. Ho passato ore ed ore ad analizzare la telemetria degli altri piloti, a cercare di capire come avrei dovuto guidare il giorno seguente"

Un passaggio, quello in Ducati, che non smette di generare discussioni e polemiche: Lorenzo è un pilota che divide, un carattere non facile che spacca letteralmente a metà gli appassionati.

"Avrei voluto chiudere la carriera in Yamaha. Sarebbe stata una cosa romantica... poi però quando abbiamo iniziato a negoziare per il rinnovo, è arrivata l'offerta di Ducati. Così ho iniziato a fare le mie valutazioni. Mi ci ha spinto la voglia di provare a vincere con un'altra moto"

Valentino Rossi, in proposito, aveva detto che: "Lorenzo non ha le palle per andare in Ducati". Si sbagliava.

"La decisione di passare a Ducati l'avevo già presa presa prima. Non voglio commentare le sue dichiarazioni... è stata dura per lui non vincere il decimo titolo. Ma dopo tanto tempo, non voglio soffermarmi sulle cose brutte. Lui è un pilota che non si può non ammirare, per tutto ciò che ha fatto. E' il numero uno mediaticamente, è molto intelligente e si è reinventato molte volte. La sua tuta è uno dei pezzi più pregiati del Museo... io ho imparato molto da lui e abbiamo vinto molti titoli. Siamo stati un team molto forte"

jorge-lorenzo.jpg

  • shares
  • Mail