SpecialEdition, una K100 scrambler per DJ Cristian Marchi

Giorgio De Angelis di De Angelis Elaborazioni ci sa indubbiamente fare con le vecchie BMW a quattro cilindri: questa volta ha realizzato una BMW K100 scrambler per il suo amico Cristian Marchi, DJ e Producer di musica house

Agli amici di De Angelis Elaborazioni le vecchie BMW a quattro cilindri piacciono proprio tanto. Non stiamo ovviamente parlando delle supersportive S1000RR, ma delle quadricilindriche bavaresi della serie K, con il caratteristico motore "a sogliola".

Qualche tempo fa vi avevamo parlato de LaDini, una BMW K1100 LT del 1992 spogliata di tutto il superfluo ed equipaggiata con una ciclistica sopraffina: stavolta è però il turno di un modello più datato, una K100 RS del 1984.

A differenza de LaDini, che aveva un'impostazione prettamente stradale per non dire pistaiola, la nuova creazione di Giorgio De Angelis è chiaramente pensata per l'off road. La "SpecialEdition" -il nomignolo di questa BMW- è una scrambler vera e propria: se siete assidui lettori di Motoblog ricorderete un'altra K100 rivista in chiave fuoristradistica, la "Skrambler" costruita dai romagnoli di Unit Garage.

Il committente di questa tedescona dall'attitudine all terrain è nientemeno che Cristian Marchi, famoso disk jockey e producer conosciuto soprattutto nel mondo dell'house music. Cristian, che vanta collaborazioni con etichette di spicco come Ultra Records e Universal, è un amico di Giorgio, e la scelta di rivolgersi a De Angelis Elaborazioni per dare una rinfrescata alla vecchia K100 è stata praticamente automatica.

I 90 cv di potenza del quattro cilindri bavarese sono più che sufficienti per la guida in fuoristrada, tanto più che supportati dalla proverbiale coppia del vigoroso 987 cc dell'Elica: serviva però rivedere profondamente la ciclistica e stravolgere l'assetto spiccatamente stradista della K100 RS.

Dopo aver sottoposto la BMW a una energica cura dimagrante per dare un taglio ai 225 kg a secco dell'esemplare stock, Giorgio ha quindi messo mano al Monoveler posteriore e alla forcella telescopica originali: l'aggiornamento di De Angelis Elaborazioni prevede un Ohlins laterale al retrotreno e un kit della medesima marca per l'anteriore. Le ruote, ovviamente, sono tassellate, come vuole la tradizione delle scrambler.

Da un punto di vista prettamente motoristico, la SpecialEdition non osa quanto la K1100 Turbo di JV Performances, ma vista la differente destinazione d'uso ci sentiamo di dire che è un bene: un filtro dell'aria K&N e un impianto di scarico artigianale possono bastare, visto che lo scopo di questa moto non è certo quello di infiammare il cronometro sui 400 metri di una drag strip.

Non è una moto da fettucciato o da mulattiera, questo è certo: ma dopo essere passata nelle sapienti mani di Giorgio possiamo assicuravi che la K100 RS sullo sterrato ci va davvero, e pure discretamente forte!

Godetevi la gallery con le foto scattate da Giovanni De Angelis.

  • shares
  • +1
  • Mail