Test Australia, Rossi: "Ancora molti dubbi"

Il pesarese della Yamaha chiude il test della MotoGP a Phillip Island fuori dalla Top 10 e con qualche perplessità sulla sua Yamaha M1...

PHILLIP ISLAND, AUSTRALIA - FEBRUARY 15:  Valentino Rossi of Italy and the Movistar Yamaha MotoGp team rides during 2017 MotoGP pre-season testing at Phillip Island Grand Prix Circuit on February 15, 2017 in Phillip Island, Australia.  (Photo by Robert Cianflone/Getty Images)

Mentre il nuovo compagno di box Maverick Vinales continua imperterrito a martellare la concorrenza sin dal suo primo giorno in Yamaha, Valentino Rossi (Movistar Yamaha) ha chiuso il test di Phillip Island della MotoGP 2017 con molti punti interrogativi.

Al termine della giornata conclusiva dei test australiani, Rossi si è infatti ritrovato con un mesto 11° tempo nella graduatoria dei tempi grazie al miglior crono personale di 1:29.470, a 921 millesimi dal best lap dell'inesorabile Vinales. Il 'Dottore', comprensibilmente, non è affatto soddisfatto di quanto ottenuto, un risultato evidentemente poco rassicurante in vista del primo round iridato di Losail, che sarà preceduto dall'ultima "tre-giorni" di test sulla stessa pista.

PHILLIP ISLAND, AUSTRALIA - FEBRUARY 15:  Valentino Rossi of Italy and Movistar Yamaha MotoGP (L) speaks in pit with Silvano Galbusera of Italy technic of n. 46 Valentino Rossi of Italy and Yamaha Factory Racing during 2017 MotoGP pre-season testing at Phillip Island Grand Prix Circuit on February 15, 2017 in Phillip Island, Australia.  (Photo by Mirco Lazzari gp/Getty Images)

Nelle dichiarazioni di fine giornata, il 9-volte iridato ha così fatto il punto della situazione dopo il test di Phillip Island, certamente un passo indietro per lui dopo il 4° posto finale nel test di Sepang:

"Abbiamo lavorato molto per trovare un passo migliore con le gomme usate ma, sinceramente, non sono soddisfatto. Non abbiamo risolto niente e alla fine ero anche un po' stanco, quindi non ho spinto per fare il tempo."

"Abbiamo ancora dei dubbi e ne ho già parlato coi tecnici. Nel prossimo test in Qatar proveremo a seguire strade diverse rispetto a quanto fatto qui”.

PHILLIP ISLAND, AUSTRALIA - FEBRUARY 15:  Valentino Rossi of Italy and Movistar Yamaha MotoGP rounds the bend during 2017 MotoGP pre-season testing at Phillip Island Grand Prix Circuit on February 15, 2017 in Phillip Island, Australia.  (Photo by Mirco Lazzari gp/Getty Images)

Nonostante le problematiche di questi tre giorni a Phillip Island, Rossi ha comunque "promosso" la nuova Yamaha M1 per la stagione 2017:

"Il nuovo telaio mi piace, penso che sia lo stesso anche per Maverick, ma a parte il primo settore perdiamo terreno in tutto il resto della pista."

"Ho provato anche alcune gomme nuove della Michelin, sia davanti che dietro, e devo dire che qualcosa di buono c'è. Nel precedente test in Malesia alla fine ero riuscito a fare un buon tempo, qui no, quindi direi che qui è andata un po' peggio"

PHILLIP ISLAND, AUSTRALIA - FEBRUARY 15:  Valentino Rossi of Italy and Movistar Yamaha MotoGP rounds the bend during 2017 MotoGP pre-season testing at Phillip Island Grand Prix Circuit on February 15, 2017 in Phillip Island, Australia.  (Photo by Mirco Lazzari gp/Getty Images)

L'11° tempo con cui ha concluso il test è per Rossi un piccolo 'campanello d'allarme', ma per il momento non troppo preoccupante:

"I tempi al momento sono abbastanza indicativi, Phillip Island come pista fa un po' storia a sé, ma sono stati tutti molto veloci. Come in Malesia, i più veloci sono stati di nuovo Marquez e Vinales, quindi non ci resta che continuare a lavorare per arrivargli più vicino."

"La moto, come ho detto, non è male, abbiamo lavorato molto sull'elettronica e il motore è già piuttosto buono, ma c'è ancora molto da fare. Adesso vedremo come andranno i test in Qatar, speriamo di avere le idee più chiare in tempo per la prima gara".

2017-motogp-yamaha-2.jpg

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 535 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO