Tutto pronto per il GP del mondiale cross MX1 e MX2 di Faenza

Cairoli in azione in bulgaria

Parte ufficialmente oggi venerdì 13 luglio, la tre giorni dedicata al GP “Città delle Ceramiche” di motocross, manifestazione valida come decima prova del Campionato del Mondo di Motocross MX1 e MX2, che trasformerà per un intero fine settimana la città ravennate nella capitale mondiale della specialità fuoristradistica, accogliendo i più forti piloti al mondo per un confronto straordinario.
Il Moto Club Faenza, capitanato dall’innovatore dr. Gian Luca Frattini, in sinergia con la società DBO e la Federazione Motociclistica Italiana, sono riusciti ad adattare il crosso dromo internazionale Montecoralli in soli 100 giorni, da quando cioè la DBO ha proposto al sodalizio faentino, già dimostratosi abilissimo nella scorsa stagione a gestire una prova mondiale di motocross, a poter ospitare una gara di tale levatura e riempire così il vuoto lasciato dal rinunciatario Sud Africa.
Tappa del mondiale che potrebbe segnare il momento quasi decisivo per i titoli, visto che in entrambe le classi i rispettivi leader vantano un centinaio di punti di vantaggio sugli immediati inseguitori.
Nella MX2 c'è il nostro Tony Cairoli (Yamaha) a farci sognare: il talento di Messina sta marciando ad un ritmo vertiginoso e non ha mai fallito in questa stagione nessun appuntamento, tanto che a due terzi di campionato, dopo aver vinto 15 delle 18 manche disputate, conduce la classifica generale con ben 102 punti di vantaggio sul francese Christophe Pourcel (Kawasaki), che di manche ne ha vinte due, e ancor di più sul sudafricano della KTM Tyla Rattray.

Nella MX1 invece la classifica di campionato è abbastanza delineata e salvo sorprese, per altro sempre possibili nello sport dei motori, il favorito d’obbligo e il neozelandese della Yamaha Joshua Coppins che ha già messo nel carniere 401 punti grazie anche a 9 vittorie parziali, il primo inseguitore è il belga Steve Ramon che di punti ne ha 312 con due manche vinte, poi a 257 troviamo l’azzurro David Philippaerts (KTM) il quale, per rimediare la partenza stagionale zoppicante, negli ultimi tre gran premi non ha mai fallito il podio aggiudicandosi addirittura il GP di Germania, e ovviamente correre a pochi chilometri da casa, per lui sarà un valore aggiunto di notevole importanza. Dietro l’imolese, distanziato di 17 lunghezze, segue lo spagnolo Jonathan Barragan (KTM) che a sua volta precede il belga Kevin Strijbos (Suzuki) di 5 punti.
Quindi appuntamento a Faenza, per un evento motociclistico che si prevede genererà un movimento di migliaia di persone da ogni parte del continente e oltre e che ha richeisto una struttura altrettanto importante: più di 100.000 metri quadri di territorio occupato dall’area pista e parcheggi, centinaia di volontari ma anche 40 operatori sanitari tra medici e infermieri dislocati in 11 postazioni mediche mobili, tra le quali una clinica mobile dotata di tutte le attrezzature per eventuali urgenze.
Mica potrete mancare?

via | DBO

  • shares
  • Mail
14 commenti Aggiorna
Ordina: