Risultati 3a prova del Trofeo Motoestate

Brunelli Motoestate

Belle gare con oltre 300 piloti al via della 3a prova del Trofeo Motoestate, organizzata dal Moto Club Ducale, che si è disputato lo scorso weekend a Varano de' Melagari davanti ad una buona cornice di pubblico. Una manifestazione vincente che conferma ancora una volta l’ottimo richiamo della formula al quindicesimo anno di vita.
A Magistrati (Aprili) è andata la 125 sp, a Renaudo (Aprilia) la 250 sp, a Zerbo (Kawasaki) la 600 stk, a Brunelli (Yamaha) che vedete nella foto la 600 aperta, a Traversaro (Honda) la Open e a Festa (Yamaha) la STK1000.
Nel seguito la cronaca delle singole gare e le classifiche direttamente dal comunicato Moto Club Ducale.

125 sp: Marco Magistrati ha sudato sette camice per avere ragione di Baldassarre, ex pilota della 250, che ha lottato come un matto con il leader di classifica dal primo all’ultimo giro. La svolta alla curva Icks, nel tentativo di avere ragione del rivale è andato lungo, compromettendo la volata finale, ma ottenendo ugualmente il secondo posto. Magistrati da parte sua, conferma la sua supremazia nella ottavo di litro tornando al successo, il secondo stagionale, dopo il mezzo passo falso di Magione, dove ha concluso settimo dopo essere stato penalizzato per partenza anticipata. Podio completato da Russo. Quarto il giovane sedicenne Mazzina, autore di una prova maiuscola.

600 aperta: Pratticchizzo, vecchia conoscenza del campionato italiano, nella 600 aperta, regala spettacolo, battagliando con Brunelli. Al quarto giro il colpo di scena, Pratticchizzo, rompe una pedana e si ritira e il portacolori del team Rosso e Nero, Brunelli, vince indisturbato e si rilancia pienamente nella rincorsa al titolo nonostante il buon recupero di Manici, secondo al traguardo e leader di classifica, dopo un avvio a rilento. Terzo Muzio, mentre Molinari dopo un dritto recupera fino al quarto posto.

600 Stock: Zerbo senza rivali. Il catanese fa sua la gara senza patemi davanti a un ottimo Rinaldi e Carinelli e Raimondo. Quinta piazza per Dall’Aglio, che rimane primo in campionato, dopo una gara in rimonta, e bravo a precedere il rientrante Corsini.

OPEN: Assolo di Traversaro nella Open che realizza il nuovo record di Varano, 1’08”657. Il pilota della Honda passa subito al comando e stacca il poleman Blora che nulla può nei confronti dell’avversario e si accontenta della piazza d’onore. Podio completato da Longhin che precede Accornero e Riotti.

Superstock 1000: Festa tiene a debita distanza Dall’Aglio fin dal via e festeggia il secondo successo consecutivo dopo quello del Mugello. Terza piazza per Sfulcini, autore di un bel recupero e bravo nel finale a piegare la resistenza di Armiraglio e Sciacca in lotta per l’ultimo gradino del podio.

Ordine di arrivo
125 sp

1 Magistrati (Aprilia) 14 giri in 18’06”098
2 Baldassarre (id) a 9”5
3 Russo (id) a 12”201

250 sp
1 Renaudo (Aprilia) 14 giri in 17’27”916
2 Paita (id) a 20”180
3 Lo Bartolo (id) a 28”319

600 stk
1 Zerbo (Kawasaki) 16 giri in 19’04”390
2 Rinaldi (Honda) a 8”640
3 Carinelli (Yamaha) a 13”248

600 aperta
1 Brunelli (Yamaha) 16 giri in 18’59”871
2 Manici (id) a 3”324
3 Muzio (Kawasaki) a 7”186

Open
1 Traversaro (Honda) 16 giri in 18’40”669
2 Blora (Suzuki) a 11”863
3 Longhin (id) a 19”311

STK 1000
1 Festa (Yamaha) 16 giri in 19’05”321
2 Dall’Aglio (id) a 1”407
3 Sfulcini (id) a 32”376

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: