Widowmaker 7, la drag bike con un V8 Chevrolet

Costruita negli anni '70 da EJ Potter, la Widowmaker 7 entrò nel Guinness dei Primati come "Moto più veloce del Mondo" grazie al suo V8 Chevrolet da 5700 cc: è stata battuta all'asta a Las Vegas ma non ha ancora trovato un acquirente

Se vi piacciono le moto esagerate, vi ricorderete certamente le Boss Hoss, imponenti custom made in USA equipaggiate con motori V8 da muscle car. Stanco delle solite bicilindriche yankee, nel 1990 Monte Warne decise di costruire un mezzo assolutamente esagerato, nel puro stile americano: qual è il simbolo del motorismo americano, oltre al V-Twin ad aste e bilanceri? Ovviamente l'8 Cilindri a V, solitamente caratterizzato da cilindrate stellari e montato sulla maggior parte delle auto sportive d'Oltreoceano.

Nacque così, in Tennessee, la Boss Hoss, brand che ormai da quasi 30 anni propone questi folli mezzi a due ruote (ma anche tre, volendo...) equipaggiati con small block Chevy da 5700 cc, quando non addirittura con i giganteschi big block da 8.2 litri di cilindrata.

Qualcuno, però, questa folle idea di montare sul telaio di una motocicletta un 8 cilindri di origine automobilistica ce l'aveva avuta molto prima: si chiamava EJ Potter, e non a caso era soprannominato "Michigan Madman".

Nato a Itacha e figlio di uno scienziato, EJ Potter iniziò da giovane a correre nel dirt track, ma il suo vero sogno era un altro: costruire una moto con l'8 cilindri di una muscle car. Così, negli anni '60, il nostro uomo si rimboccò le maniche e si mise all'opera nella costruzione delle proprie Widowmaker.

Non abbiamo utilizzato il plurale a caso, perchè di Widowmaker il nostro uomo ne costruì ben 7: prima di arrivare alla bestia che vedete nelle foto, la Number Seven, videro la luce ben 6 dragster equipaggiati con V8 Chevrolet. Non sorprende che più di uno di essi sia andato distrutto durante le prove di collaudo.

Gli organizzatori delle gare pagavano Potter 1$ per ogni mph (oltre le 100) che egli riusciva a far segnare sul quarto di miglio: quello che si dice il prezzo del pericolo...

Alla fine, dopo molti anni di lavoro, EJ riuscì a realizzare la moto che sognava da anni: il settimo esemplare, la Widowmaker 7 del 1971, è l'ultima evoluzione di un progetto folle volto a creare la moto più veloce del Mondo. Il suo V8 Chevy da 350 pollici cubi (circa 5700 cc!) era capace di erogare oltre 500 cv di potenza, che potevano spingerla a velocità sino ad allora impensabili per chiunque altro.

Nel 1973, infatti, la Widowmaker 7 entrò nel Guinness dei Primati come la "Moto più Veloce del Mondo" grazie a una velocità di uscita sul quarto di miglio di 172 mph. Tradotto in misure nostrane, la Widomaker copriva i 400 metri in 8.68 secondi, con una velocità di uscita di circa 276 km/h.

Se dovesse interessarvi, questo pezzo di storia dei Record di Velocità è in vendita: sul sito di Bonhams potete trovare tutte le info necessarie per portarvela a casa, visto che a quanto pare non ha ancora trovato un acquirente.

A patto che non ci teniate troppo alla vita, naturalmente.

  • shares
  • +1
  • Mail