Harley Davidson Lakester by HD La Rochelle

Carenatura a campana e look da racer da laghi salati: è la Lakester, l'Harley Davidson preparata dal concessionario HD di La Rochelle e ispirata ai record di velocità di Bonneville Salt Flats

E' stata lanciata ad ottobre la terza edizione di Battle of the Kings, contest dedicato al mondo della personalizzazione che vedrà sfidarsi, a colpi di customizing, i principali dealer Harley Davidson.

Si tratta di una battaglia interna al marchio di Milwaukee che avrà come oggetto la HD Sportster XL 1200CX Roadster : solo in Italia, oltre 40 concessionari del brand americano sono chiamati a proporre la loro interpretazione della bicilindrica della gamma Dark Custom.

Ogni Paese partecipante eleggerà il proprio Custom King, e successivamente il vincitore del concorso verrà incoronato ad EICMA 2017: entro la fine di gennaio tutte le special sono state completate e presentate, in modo da poter procedere alle votazioni.

La "Lakester" non arriva dal Bel Paese, ma è la proposta per la Battle of the Kings del concessionario Harley Davidson di La Rochelle, città della Francia occidentale famosa per il suo porto e per la base sottomarina da cui partivano gli attacchi degli U-Boot tedeschi durante la Seconda Guerra Mondiale.

Come suggerisce il nome stesso, la Lakester è una racer ispirata ai record di velocità, in particolare ai celebri eventi motoristici che si tengono sulle superfici dei laghi salati degli Stati Uniti d'America, come la Bonneville Speed Week.

Osservandola, colpisce subito la carenatura a campana simile a quella delle moto da Gran Premio degli anni '50: realizzata interamente in carbonio, la sua livrea è un tributo a Screamin' Eagle, divisione sportiva del marchio di Milwaukee.

Il serbatoio a goccia è quello di una Forty-Eight, mentre il voluminoso codone... non è un codone.

Il voluminoso guscio posteriore che svolge questa funzione è infatti il risultato di un'ingegnosa opera di "taglia e cuci": si tratta del serbatoio da 12 litri di una 883 Sportster, opportunamente modificato per diventare la parte terminale delle sovrastrutture di questa Lakester.

La sigla HDLR in bianco sta, ovviamente, per "Harley Davidson La Rochelle", mentre le lettere PP indicano la categoria Production delle moto che si sfidano a Bonneville.

L'ampia carenatura nasconde il poderoso V-Twin raffreddato ad aria, ma lascia i due grossi collettori di scarico sfogare il loro ruggito sul lato destro della moto. Le gomme scelte, come si può notare non sono propriamente pensate per le curve: ma mica ci sono le curve, in un lago salato...

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 19 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO