Bilancio positivo per Haga e Corser

Noriyuki Haga e Troy Corser

Troy Corser e Noriyuki Haga, portacolori del Team Yamaha Motor Italia hanno conquistato un podio a testa ieri a Misano.
Troy ha fatto secondo in gara 1, grazie alle uscite di Biaggi e del suo compagno di squadra e Noriyuki Haga ha occupato la stessa posizione nella gara successiva.
Haga è stato fantastico nella prima corsa guidando il gruppo per quindici giri ma poi ha subìto prima il sorpasso di Troy Bayliss, poi a due giri dalla fine è stato toccato da Max Biaggi che tentava di sorpassarlo.
Nella seconda corsa Haga è partito imbottito di antidolorifici e con il polso malandato. A metà distanza ha accusato problemi di stomaco ed ha preferito accontentarsi della seconda posizione alle spalle di Bayliss. Corser è arrivato quinto dopo una dura battaglia con Biaggi e Kagayama. Troy ha conquistato a Misano 325 punti sfiorando il primato di Carl Fogarty che vanta 350 punti conquistati ad Assen.

"Il risultato è stato davvero deludente dopo quanto avevamo fatto in prova. - ha detto Troy Corser - In gara 1 sono partito male poi ho accusato problemi di grip al posteriore. Ho cambiato moto per gara 2 e il motore andava meglio, non altrettanto il set up e l'avantreno non era stabile. Ad un certo punto ho preso una brutta imbarcata ma per fortuna sono atterrato sul codone e ho rotto il cupolino. A quel punto ho deciso di accontentarmi. Dopo la 40° pole ero convinto di poter concludere il week end in un altro modo."

Queste invece le dichiarazioni di Noriyuki Haga: "Sono stato sfortunato in gara 1. Tutti possiamo fare errori ma mi dispiace che nessuno sia venuto a scusarsi. Secondo me non è stato un comportamento professionale. Nell'incidente mi sono ferito il gomito e il polso destri e ho dovuto farmi praticare degli antidolorifici. La gara stava andando bene ma a metà mi veniva da vomitare e ho dovuto rallentare. Inoltre si era rotto il pedale del freno e non potevo più controllare bene la moto. Quindi il secondo posto è andato bene. Ma onestamente speravo molto meglio."

Queste invece la parole di Mario Meregalli, Team Coordinator del Team Yamaha Motor Italia: "Errori possono succedere ma mi sono stupito perchè è successo ad uno dei piloti più esperti e purtroppo Haga ne ha fatto le spese. Era una buona occasione per accorciare le distanze da Toseland e non ci siamo riusciti. Misano non ci porta fortuna e neppure oggi è andata come speravamo. Comunque anche qui lottavamo per vincere, segno che possiamo farlo dappertutto. Il secondo posto di Haga vale oro perchè era in condizioni veramente difficili. Anche Corser è andato molto bene."

via | Team Yamaha Motor Italia

  • shares
  • Mail
28 commenti Aggiorna
Ordina: