Motor Bike Expo: chiusa l'edizione 2017

Ieri è stata la giornata conclusiva del Motor Bike Expo di Verona Fiere, la tre giorni dedicata al mondo delle due ruote e della customizzazione. Moltissime le special presenti, tra cui le realizzazioni di maestri mondiali della personalizzazione

VERONAFIERE - Si è conclusa ieri a Verona l'edizione 2017 del Motor Bike Expo, evento fieristico di tre giorni dedicato alle due ruote che si tiene ogni anno nel capoluogo scaligero.

Da sempre incentrato sul mondo del custom e della personalizzazione, anche quest'anno l'MBE è stato per molti appassionati l'occasione di ammirare una vasta rassegna di special: chopper, cafè racer, tracker, bobber... a Verona c'erano moto speciali per tutti i gusti, customizzate dai più celebri preparatori italiani, europei e mondiali.

Tra i 160mila visitatori che nel week end sono arrivati a VeronaFiere per godersi lo spettacolo di queste opere d'arte su ruote, anche moltissimi personaggi celebri più o meno legati al mondo dei motori, ma tutti accomunati dalla stessa passione: Piero Pelù, Terence Hill, Renato Pozzetto sono solo alcune delle star che sono state viste aggirarsi per i padiglioni del Motor Bike Expo, oltre ovviamente a un gran numero di piloti, team manager e nomi noti del mondo delle corse.

Molti i contest che hanno visto confrontarsi vari customizzatori, che hanno scelto di presentare proprio a Verona le proprie creazioni. L'ultima giornata, quella di domenica, è stata quella che delle premiazioni: varie giurie hanno analizzato e premiato le più belle special esposte, ovviamente divise per categorie.

Tra i giurati anche un giudice d'eccezione, che considerata la sua fama di critico spietato (e un po'... irascibile) ha certamente fatto tremare molti degli espositori: parliamo ovviamente di Vittorio Sgarbi, che ha preso parte alla kermesse veronese in qualità di esperto d'arte, compresa quella su due ruote.

Il vulcanico Vittorio è stato protagonista di un vero e proprio bagno di folla, e ha divertito la platea dei presenti con le sue esternazioni sempre politicamente scorrette.

Se all'interno dei padiglioni abbiamo potuto ammirare non solo moto customizzate ma anche le ultime novità delle case presenti in forma ufficiale, l'area esterna era invece dedicata alle esibizioni live.

Dall'enduro al cross allo stunt-riding, una serie di spettacoli che ha intrattenuto ed emozionato gli spettatori durante questo fine settimana dedicato a una sola protagonista: la motocicletta.

Ovviamente, a condire tutto questo ben di dio motociclistico, c'era anche un altro ingrediente che contribuisce sempre a dare un tocco in più al già entusiasmante Motor Bike Expo: la bellezza femminile. Molte le Girls presenti, a cui abbiamo anche già dedicato una gallery apposita.

Al prossimo anno, a VeronaFiere!


  • shares
  • +1
  • Mail