Questo weekend la Superbike sbarca sulla nuova Misano! Chi vincerà?

Misano SBK

Attesa ai massimi livelli quella per l’ottava prova del Mondiale SBK.
la carovana del campionato delle derivate di serie questo weekend infatti inaugurerà il rinnovato circuito di Misano: l’affascinante impianto della Riviera Adriatica ha infatti completamente ristrutturato il tracciato e aumentato la capienza di pubblico e si prepara ad essere il teatro ideale per la grande sfida che apre la fase più calda del campionato.
La nuova pista misura 4180 metri, ma soprattutto ha un disegno completamente diverso rispetto a quello che ha ospitato le precedenti quindici edizioni del Mondiale SBK, ed è stato cambiato anche il senso di marcia.
Come conferma anche il campionissimo della Ducati Troy Bayliss che ha fatto due giornate di test a Misano il mese scorso.: “Adesso la pista è decisamente più tecnica e anche un po’ più veloce, prima superare era abbastanza difficile, invece adesso ci sono molti punti favorevoli. Il più bello è il Curvone, che io affronto in quinta marcia a tutto gas. Lì vedrete sicuramente dei grandissimi numeri.


Una veduta aerea della nuova Misano

Ed a fare il resto ci penserà il consueto spettacolo della Superbike, che dopo il precedente round di Silverstone, avversato dalla pioggia, ha visto accorciarsi sensibilmente la classifica che adesso vede i primi quattro racchiusi in appena 45 punti.
Al comando c’è sempre il britannico James Toseland (Honda) con 237 punti, ma ora dietro di lui seguono Noriyuki Haga a 214, Max Biaggi a 201 e Bayliss con 189 punti.
Ed ovviamente i grandi motivi d’interesse di Misano saranno il tentativo di rimonta dell’australiano della Ducati che ha perso terreno causa il grave incidente di Donington e la prestazione di Max Biaggi, che alla sua prima stagione in Superbike ha già conquistato appassionati e piloti, oltre ad essere in lotta per il titolo.
Ma la Ducati, che ha vinto 23 gare sulle 30 disputate a Misano, sarà l'osso duro per tutti.
Bayliss vanta quattro successi, l’ultimo firmato nel 2006, ed è il plurivittorioso tra i piloti in attività.
Nella gara italiana però è sempre andato molto forte anche Règis Laconi, che ha tre vittorie all'attivo: il francese della Kawasaki non è in corsa per il titolo ma potrebbe rivelarsi la mina vagante.
Due successi all’attivo anche per Troy Corser (Yamaha) e Ruben Xaus (Ducati), anche se entrambi sono ormai fuori dai giochi iridati.
Toseland ed Haga qui non hanno mai brillato eccessivamente mentre Max Biaggi non ha girato in anteprima, come Toseland: Suzuki ed Honda infatti non hanno inserito Misano nell’elenco dei tre circuiti test ammessi dal regolamento.
E proprio per Biaggi quella di Misano sarà una gara delicatissima dopo le prestazioni non esaltanti delle ultime gare.
Max è impegnato nello sviluppo della Suzuki GSX-R che ancora non va come vorrebbe. Nei giorni scorsi il pilota romano ha girato a EuroSpeedway Lausitz (Germania) sperimentando un nuovo assetto che pare aver migliorato la situazione. “So che ci sarà un gran pubblico e cercherò di tirare fuori qualcosa di speciale. Sarà sicuramente un grande evento e un’altra occasione per incontrare i miei tifosi dopo il bagno di folla di Monza

Ancora pochi giorni e potremo vivere dal vivo questa grandissima gara. Chi vincerà?

  • shares
  • Mail
43 commenti Aggiorna
Ordina: