Nuova gamma Mash ad EICMA 2016

Una gamma completa di motociclette retrò, da un piccolo ciclomotore 50 cc alle monocilindriche 400 che si ispirano alle maxi moto degli anni '70: il marchio francese Mash era presente ad EICMA con alcune proposte davvero interessanti

Nell'occhio del ciclone della vintage-mania anche delle semplici monocilindriche raffreddate ad aria possono rubare la scena agli ultimi ritrovati tecnologici su due ruote fatti di materiali compositi ed elettronica da MotoGP.

E' il caso delle Mash, motociclette francesi in pura salsa vintage che ad EICMA 2016 hanno conquistato lo sguardo di molti curiosi e appassionati: con il loro stile essenziale e minimalista, questo marchio transalpino si sta ritagliando il proprio spazio nel brulicante segmento delle retrò.

Entry level della gamma Mash è la Fifty, una proposta unica nel campo dei ciclomotori: si tratta di un affascinante "cinquantino" che, grazie al suo look squisitamente vintage, fa il verso alle moto di una volta cavalcando anche tra i giovani la moda delle cafè racer.

Dotata di un monocilindrico a 4T da 49,9 cc e trasmissione a 4 marce, la Fifty è una proposta sfiziosa e alternativa ai "soliti" scooterini guidabili a 14 anni.

Per quanto riguarda le 125, Mash propone nella sua gamma 2017 tre differenti motociclette: la Black Seven, con la sua livrea nera-oro che fa tanto Norton, si ispira alle mitiche moto inglesi degli anni '70, mentre la Seventy Five non fa affatto mistero di guardare con ammirazione alle grosse Scrambler.

Bellissima la Cafè Racer, fantastica reinterpretazione da un ottavo di litro delle vintage sportive che devono la loro fama all'Ace Cafè di Londra: con il suo serbatoio a goccia, il codino dalle forme tondeggianti e i semimanubri, al primo colpo d'occhio è davvero facile scambiarla per una special artigianale di ben più alta cilindrata.

Il motore, per tutte e tre, è invece un monocilindrico a 4T da 124 cc a iniezione elettronica che eroga 11.6 cv a 8750 giri.

Salendo di cilindrata, troviamo invece una sola 250 cc: è la Two Fifty, che con le ruote tassellate strizza l'occhio al mondo dell'off road leggero.

Anche in questo caso il propulsore è un "mono" a quattro tempi raffreddato ad aria che, dotato di iniezione elettronica e distribuzione monoalbero, eroga 20 cv a 7500 giri.

Al top di gamma della line-up Mash ci sono tre monocilindriche da 400 cc, tutte dotate di un'unità motrice da 397 cc raffreddata ad aria. Grazie alla testata a 4 valvole e all'iniezione elettronica, questo "single" può erogare 27 cv a un regime di 6500 giri.

La Five Hundred è la versione dal look più classico, caratterizzata da espliciti richiami alla Triumph Bonneville, mentre la Scrambler è davvero ben riuscita con il suo aspetto fuoristradistico. Davvero fantastica la TT40, una cafè racer semicarenata dal gusto anni '70 che evoca le moto sportive di quell'epoca fantastica per il motociclismo.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 113 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail