Honda CBR650F MY 2017

La versione carenata della quattro cilindri da 650 si evolve e si presenta ad Eicma


Due facce di una stessa medaglia. Una è nuda, l'altra è vestita, carenata. Un motore quattro cilindri da 649cc per un'unica anima, ma le cui declinazioni sono completamente differenti. Il che, non è una novità in termini assoluti. Honda CBR650F da un lato, Honda CB560F dall'altro. Una R nel mezzo che cambia però le declinazioni di queste due moto. Ed allora vediamo la versione più sportiva della stradale di media cilindrata.

Una moto che parte dal desiderio dei clienti. Non è la prima volta che Honda punta su questi concetti, anzi. E non è uno slogan, come si evince dalle parole di Mr Sadataka Okabe, Large Project Leader della CBR650F 2017:

"La CBR650F ha incontrato i desideri dei clienti che sono alla ricerca di stile e prestazioni sportive, senza compromessi in termini di praticità. Il nostro obiettivo per il nuovo modello 2017 è stato quello di aggiungere un pizzico di grinta senza sacrificare nulla in termini di facilità di guida e praticità d'uso".

Honda CBR650F - Motore


honda-cbr650f-2017-003.jpg

Partiamo quindi dal cuore, dal fulcro di questa moto, quel quattro cilindri che eroga ora 4 cavalli in più rispetto al modello precedente. 91 cavalli a 11.000 giri/min la potenza massima grazie ad un nuovo sistema di aspirazione e scarico. L'airbox, con condotti più larghi, ha ora cornetti di aspirazione più corti su corpi farfallati da 32 mm. Con dei rapporti più corti dalla seconda alla quinta marcia, ora si è prediletto maggiormente la ripresa e l'accelerazione.

Migliorato anche il valore di coppia massima, giunto a 64 Nm a 8000 giri/min.
Tecnicamente dunque, stiamo parlando di un 4 cilindri in linea da 649 cc con misure di alesaggio e corsa pari a 67x46 mm, con distribuzione bialbero a 16 valvole e raffreddamento a liquido. Struttura interna compatta, cambio verticale a sei rapporti e disposizione del motorino di avviamento alle spalle della bancata cilindri, inclinata in avanti di 30°. Le 16 valvole sono azionate direttamente delle camme degli alberi della distribuzione. Il rapporto di compressione è di 11,4 : 1.

Modifiche anche il raffreddamento, la dispersione del calore, la distribuzione - ora mossa da una catena silenziosa con riporto al vanadio sugli ingranaggi - e di conseguenza il tutto si ripercuote anche sui consumi, pari a 21 km/l nel ciclo medio WMTC in un serbatoio da 17,3 litri. Autonomia? 350 km con un pieno.

Honda CBR650F - Telaio e ciclistica


honda-cbr650f-2017-002.jpg

Il telaio è in acciaio con una struttura in diamante su cui si è lavorato per ottenere la miglior guidabilità, grazie anche ad una zona più rigida intorno al cannotto di sterzo e più flessibile sulle travi laterali. L'inclinazione del cannotto di sterzo arriva a 25,5° con un'avancorsa di 101 mm. Di conseguenza l'interasse arriva a 1450 mm. Peso con il pieno? 213 kg.

E sempre in termini ciclistici, nuova la forcella Showa Dual Bending Valve con steli da 41 mm, con un miglior smorzamento dell'estensione maggiormente controllato e della compressione proporzionale alla corsa di 120 mm. Al posteriore, il forcellone in alluminio pressofuso ha un braccio destro ad arco che lascia spazio al silenziatore di scarico. Fa capolino anche l'ammortizzatore regolabile nel precarico della molla su 7 posizioni.
Cerchi a 6 razze sdoppiate in alluminio pressofuso che sostengono pneumatici sportivi nelle misure 120/70-ZR17 e 180/55-ZR17.

Capitolo freni, con un ABS a due canali che lavora su dischi wave anteriori da 320 mm, con pinze Nissin a 2 pistoncini e sul disco wave posteriore da 240 mm con pinza a singolo pistoncino.

Honda CBR650F - Design


honda-cbr650f-2017-003.jpg

Lo stile è ovviamente dettato da una carenatura sportiva, chiaro, ma al contempo è anche efficace per la penetrazione dell'aria dal punto frontale di massima presione verso i condotti di aspirazione dell'airbox.
Una carena che lascia inoltre a vista il motore – disegnato per essere parte integrante della linea – e mette in risalto l’assetto sportivo caricato sull’anteriore.
E se la zona anteriore e "full profile" è cosi, non da meno è il codone, slanciato e minimalista, con una sella posta a 810 mm.
La "consolle di comando" prevede un cruscotto completamente digitale.
Tutte le colorazioni della nuova CBR650F prevedono telaio, forcellone e ruote di colore nero, con carter motore color bronzo, mentre carenatura e grafiche variano in base alla scelta cromatica che, per l’Italia, prevede Millennium Red e Mat gunpowder black metallic.

Highlights Honda CBR650F


- importante restyling, in particolare frontale
- fari a LED ant/post, luce posteriore con vetro bianco
- motore +4CV (91cv) +1 Nm (64 Nm)
- aspirazione riprogettata
- scarico riprogettato (a 2 camere anziché 3)
- sound aspirazione e scarico più rauco
- rapporti del cambio (dalla 2^ alla 5^)
- euro 4
- nuova forcella showa dual bending valve SDBV
- nuove pinze freno Nissin
- valvole aria a L
- due colori disponibile per l'Italia

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 10 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO