Honda CBR1000RR Fireblade 2017

Dopo l'unveiling al salone di Colonia, ecco la Superbike di Tokio presentarsi ufficialmente al Salone Eicma di Milano

E' sicuramente la novità più attesa per tutti gli appassionati delle competizioni della casa dell'ala dorata. Inutile girarci troppo intorno, la Honda CBR Fireblade 2017 era bramata da anni ed ora è finalmente realtà. Presentata ufficialmente all'ultimo salone di Colonia nelle sue versioni SP ed SP2, a Milano eccola con la propria livrea rossa in puro stile racing.

Insomma, Honda ripunta forte alle competizioni nella massima cilindrata, focalizzandosi sulla 1000 quattro cilindri dopo l'abbandono della classe di mezzo: non è un caso che alla sua presentazione fossero presenti i due top rider di HRC, Marc Marquez e Dani Pedrosa.

E' la piena maturità di un mezzo dopo il canto del cigno all'ultima C-ABS SP, con l'intermezzo dato dalla RCV stradale. Qui non si tratta più di evoluzione a piccoli passi. Ora il salto in avanti è compiuto e la Fireblade è pronta a mettersi in mostra al Salone di Milano prima ancora che sulle piste.

Honda CBR1000RR Fireblade 2017 - Motore e ciclistica


honda-cbr1000rr-fireblade-2017-002.jpg

Quali sono le novità più grandi in termini tecnici? Sicuramente un aumento di potenza rispetto al modello precedente di 11 cavalli. Nuova concezione dell'alzata delle valvole e della fasatura della distribuzione. Cura dimagrante che parte proprio anche dal motore, con i coperchi in magnesio ed ulteriori nuovi dettagli che riducono il peso complessivo - solo loro - di due chilogrammi.

Già, ma il peso dunque a quanto arriva? 195 kg tutto compreso, tra cui - oltre ai liquidi - anche il silenziatore in titanio 4-2-1. Dobbiamo parlare di numeri? 192 cavalli a 13.000 giri. Peso, ma anche dinamica del veicolo, grazie anche ad un telaietto reggisella più leggero, al serbatoio in titanio.

Nuova frizione antisaltellamento riprogettata, ciclisticamente è da sottolineare la forcella Showa BPF da 43 mm all'anteriore e mono Showa BFRC. Modifiche anche per il telaio con una rigidità bilanciata migliore. Insomma, il rapporto peso-potenza rispetto all'ultimo modello è stato migliorato del 14%. A frenare il nuovo CBR1000RR Firebalde ci pensano pinze freno Tokico senza perni bloccaggio pastiglie.

Honda CBR1000RR Fireblade 2017 - Elettronica


honda-cbr1000rr-fireblade-2017-005.jpg

Quello che mancava in precedenza all'ultima generazione della Fireblade non era tanto l'equilibrio ciclistico. Anche la potenza non era male. Al netto però di una certa vecchiaia incombente, mancava l'apporto elettronico. E non a caso, anche in termini di competizioni, nelle road races il CBR si difendeva molto bene, meglio delle competizioni su pista dove solo l'apporto di un team come Ten Kate - per citarne uno - è riuscito a mantenerla in un buono stato di forma.

Ora però, è il tempo di offrire una base degna della concorrenza. Ecco quindi la piattaforma inerziale IMU, controllo di trazione HSTC, e dulcis in fundo il sistema di selezione di modalità di guida, altresì detto Riding Mode Select System. Novità? Si per il CBR, a cui mancava anche il controllo di trazione stesso.

E' lungo quindi l'elenco ora dell'elettronica al servizio del motore: throttle by wire, sensore di posizione dell'acceleratore APS, selettore di potenza, controllo di trazione già citato su 9 livelli, controllo dell'impennata ma anche della regolazione del freno motore. Come fare a meno poi di citare l'ABS cornering e, complessivamente, il selettore di riding mode (Fast, Fun, Safe, User 1&2).

Honda CBR1000RR Fireblade 2017 - Design


honda-cbr1000rr-fireblade-2017-003.jpg

E se l'occhio vuole la sua parte, ecco quindi uno stile dettato da superfici minime, con linee protese in avanti e sfaccettate. Un taglio con il passato dunque, una evoluzione chiara e netta.

Di certo, quella pulizia stilistica che si era paventata a partire dal modello 2012 ora è il passato. Lo stile che aveva preso spunto dalla prima MotoGP 800 è invechiato, ed allora ecco il codino che torna ad essere vero elemento di design, mentre davanti le prese d'aria si fondono bene con i proiettori, riprendendo uno stile già visto sulla seicentina, ma in maniera più raffinata.

E rispetto al passato, la carena è anche più funzionale: più stretta di 24 mm nella zona alta mentre in zona mediana si è più stretti di 18.

Honda CBR1000RR Fireblade 2017 - Highlights

- stesso styling della SP ed SP2
- fari full LED
- carenatura più attillata/stretta
- stessa elettronica della SP tranne Ohlins semiattive e quick/down shifter
- forcella Showa BPF pluriregolabile da 43 mm
- mono Showa BFRC (Balance Free Rear Cushion) pluriregolabile
- pinze Tokico senza perni bloccaggio pastiglie
- piattaforma inerziale IMU a 5 assi
- 192 CV a 13.000 giri (+11 CV rispetto precedente)
- peso 195 kg con il pieno (-16kg rispetto precedente con C-ABS)
- rapporto peso/potenza migliorato del 14% (rispetto precedente con C-ABS)
- ride by wire 'throttle by wire'
- selettore Riding Mode (Fast, Fun, Safe, User 1&2)
- controllo trazione HSTC (wheelie control + rear lift control)
- abs 'cornering'
- freno motore regolabile
- cruscotto TFT a colori
- mappe potenza 'power selector'
- serbatoio in titanio
- scarico in titanio
- spessori e rigidezze telaio e forcellone riprogettate
- ammortizzatore di sterzo elettronico HESD

Elettronica di ausilio al comportamento dinamico
• Piattaforma inerziale, Inertial Measurement Unit (IMU)
• Controllo di trazione, Honda Selectable Torque Control (HSTC)
• Nuovo ABS di ultima generazione
• Sistema selezione modalità di guida, Riding Mode Select System (RMSS)

Elettronica di ausilio al motore
• Throttle By Wire (TBW)
• Sensore di posizione acceleratore, Acceleration Position Sensor (APS)
• Selettore di potenza, Power Selector
• Piattaforma inerziale, Inertial Measurement Unit (IMU)
• Controllo di trazione a 9 livelli, Honda Selectable Torque Control (HSTC)
• Controllo impennata, Wheelie Control
• Selettore freno motore, Selectable Engine Brake (SEB)
• Sistema selettore modalità di guida, Riding Mode Select System (RMSS)

Motore
• Potenza massima incrementata di 11 CV
• Alzata valvole e fasatura distribuzione di nuova concezione
• Coperchi in magnesio e dettagli di nuovo design riducono il peso di 2 kg
• Impianto di scarico 4-2-1 con silenziatore in titanio
• Frizione antisaltellamento riprogettata

Veicolo e ciclistica
• Peso con il pieno pari a 195 kg
• Forcella Showa BPF da 43 mm e ammortizzatore Showa BFRC
• Telaio modificato per una rigidità bilanciata
• Forcellone più rigido
• Telaietto reggisella più leggero
• Serbatoio carburante in titanio
• Pinze freno Tokico
• Ruote ridisegnate
• Carenatura minimalista e aggressiva

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 28 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO