MV Agusta Dragster 800 RC 2017

Esclusività assoluta e prestazioni da capogiro: è la nuova MV Agusta Dragster 800 RC, prodotta in soli 350 esemplari in collaborazione con il Reparto Corse della casa varesina

Si amplia verso l'alto la gamma MV Agusta, in particolare per quanto riguarda le tre cilindri. E' stata infatti presentata la nuova Dragster 800 RC, versione in serie limitata della già cattivissima streetfighter made in Schiranna.

La sigla non mente: RC, come "Reparto Corse", giusto per non lasciare dubbi riguardo all'indole sportiva di questa nuova meraviglia varesina. Costruita sulla base della Dragster RR, la nuova nata condensa tutta l'esperienza acquisita da MV Agusta con la partecipazione nei mondiali Superbike e Supersport.

Non solo una bestia da pista, però -ambiente nel quale comunque questa RC è stata forgiata- ma un modo di trasporre anche nell'utilizzo stradale tutto il know-how acquisito dalla casa italiana in questi anni di corse: una naked sportivissima e affilata come una lama, ma capace di regalare sensazioni uniche e divertimento assoluto anche nella guida di tutti i giorni.

Equipaggiata con il collaudato tre cilindri da 800 cc, la Dragster RC conta su una scuderia di ben 140 cv, erogati al regime di 13.100 giri/min con l'inconfondibile ruggito rauco del tricilindrico varesotto.

Il propulsore, che ferma l'ago della bilancia a soli 52 kg, sfrutta l'albero contro-rotante di derivazione racing per ridurre l'inerzia in inserimento in curva, e fa sentire la sua voce attraverso l'ormai celeberrimo terminale di scarico a tre uscite.

Prodotta in sole 350 unità, la Dragster RC è un vero e proprio tripudio di materiali pregiati: l'assoluta esclusività di questa moto da sogno è garantita dall'abbondanza di fibra di carbonio, utilizzata per numerosi componenti realizzati artigianalmente in piccola serie.

La componentistica, ovviamente, è quanto di meglio si può desiderare: i leggerissimi cerchi forgiati dal disegno racing fanno il paio con una forcella anteriore a steli rovesciati completamente regolabile. Al retrotreno, invece, il mono-ammortizzatore Sachs lavora assieme allo scultoreo forcellone monobraccio, ormai vero marchio di fabbrica per la casa di Schiranna.

L'impianto frenante Brembo si confà di pinze radiali anteriori a 4 pistoncini, che mordono i dischi da 320 mm. Molto scenografico anche il maestoso pneumatico posteriore da 200.

Per quanto riguarda la strumentazione, il pannello LCD con spie integrate mostra tutte le informazioni necessarie sia nella guida in pista che in quella su strada, mentre tocca al sistema di gestione elettronica Motor&Vehichle Integrated Control System gestire, se necessario, i bollenti spiriti di questa irriverente streetfighter.

La centralina permette infatti di scegliere tra 4 mappature, con cui si può trasformare la Dragster RC da una mansueta compagna di passeggiate a una diabolica belva da cordoli. Se si cercano poi le emozioni da pilota del Mondiale SBK, c'è anche il velocissimo cambio Quickshifter EAS 2.0 che regala cambi di marcia e scalate di durata infinitesimale.

Se poi la vostra intenzione è quella di fare proprio i teppisti... il controllo di trazione tarabile su 8 livelli è completamente disinseribile.

Cura costruttiva, attenzione ai particolari ed esclusività formano in questa MV Agusta un amalgama irresistibile, capace di regalare emozioni uniche assieme alle prestazioni garantite da motore e ciclistica.

Se siete tra i fortunati che riusciranno ad aggiudicarsela, vi mettete in garage un bel pezzo di tecnologia italiana.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 50 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO