Marco Melandri: "Stiamo per toccare il fondo"

Marco Melandri Honda Gresini

E ora si fa davvero dura. Dopo un avvio di stagione non proprio dei migliori, il pilota di punta del team Honda Gresini Marco Melandri è sconsolato, quasi rassegnato. L'appuntamento al Mugello doveva rappresentare il riscatto per il ravennate e invece è arrivato un nono posto che fa davvero male alla classifica ma soprattutto al morale.
Buone le qualifiche e ottima anche la partenza. Ma alla fine Marco, così come la maggior parte dei piloti Bridgestone, sono calati alla distanza, lasciando campo libero alla coppia Rossi-Pedrosa. Melandri non non nasconde la sua amarezza: "Siamo andati male come al solito all’inizio ho guidato come riesco. Il mio potenziale è quello che si è visto nei primi giri. Ma la moto fa così sin da quest’inverno. Parte bene e poi chiude male".

Questa RC212V non gli è mai piaciuta (vedi Hayden) fin dal momento in cui è ci è salito in sella per la prima volta ed ha aperto il gas : "Ho dei problemi di chattering, non riesco a fare le mie linee e non riesco più a guidare la gomma dietro. Nei primi giri sono a mio agio e così è stato anche oggi. Ma poi escono sempre gli stessi problemi. Abbiamo chiara la situazione, ma non riusciamo a venirne a capo."
Manca forse l'appoggio della casa madre o di qualcuno che possa dare una svolta con la s maiuscola alla squadra: "Non so su cosa lavorare, sto chiedendo aiuto in giro. Non riesco a capire, oggi non frenavo più nemmeno nel dritto e, dove all’inizio ero più veloce, e alla fine faticavo ancora di più.
Non sono contento. Ma è difficile andare avanti così. Barcellona poi è forse la pista peggiore per noi. Sono comunque ottimista perchè la velocità c’è e nei primi giri ero a posto. Sono convinto che prima o poi toccheremo il fondo e rimbalzeremo"
.
via | Datasport

  • shares
  • Mail
123 commenti Aggiorna
Ordina: