Moto3 Aragon: super Bastianini (Honda), terza pole stagionale! 18 piloti in un secondo!

Il pilota Honda del Team Gresini "salva" la pattuglia italiana. Ma domani in corsa tutto può succedere


Gli ultimi dieci minuti non passano mai oggi nelle qualifiche Moto3 ad Aragon dove la classifica sembra scolpita, sempre la stessa, con Bastianini (1’58.293) davanti a Canet e a Binder e ai primi italiani, Dalla Porta settimo (alla fine 12°) e Di Giannantonio ottavo (caduto e alla fine 13°).

Niente cambia negli ultimi cinque minuti. Idem negli ultimi quattro, negli ultimi tre, negli ultimi due, nell’ultimo minuto. Che succede?

Gli ultimi secondi diventano incandescenti con Loi che scalza Binder dalla prima fila e con Navarro che scalza Canet dalla seconda piazza. Poi Loi verrà retrocesso di tre posizioni per … penalità: troppo lent in alcuni punti perché in attesa di un pilota cui agganciarsi…

Ma Bastianini resta imprendibile, miglior tempo, terza pole stagionale e bis del 2015, prima casella della prima fila, salva Italia, dove per la prima volta da non si sa più quanto tempo, nessun giovane leone tricolore è dentro la top ten.

Seconda fila per Rodrigo, Canet, Oetttl con un gap che oscilla dai quasi 3 decimi ai quasi cinque decimi. Binder apre la terza fila, a mezzo secondo (+0.548), contento così, sapendo che domani può chiudere in anticipo la partita del titolo iridato.

Accanto al capoclassifica sudafricano, Quartararo e Ono, infine Bendsneyer (+0.685) chiude la top ten. 18 piloti in un secondo! Record dei record!

Che significa? Che le qualifiche contano per definire la griglia di partenza perché dentro il gap di un solo secondo, ad esempio, l’ultimo è proprio Nicolò Bulega (18° tempo +0.971, sesta fila), come dire avere domani davanti un muro da scavalcare.

Sì, inutile girarci attorno, i “nostri” – con la mirabile eccezione di Bastianini - non sono stati all’altezza delle aspettative, chiusi fra il 12esimo tempo di Dalla Porta (+0.753, quarta fila) – comunque primo dei nostri dopo Bastianini - e il 21esimo tempo di Bagnaia (+1.078, settima fila) dove dentro questa forbice ci sono il 13° Di Giannantonio (+0.790), il 14° Migno (+0.794), il 16° Locateli (+0.859), il già citato Bulega, il 19° Antonelli, anche lui penalizzato perché troppo lento in cerca di piloti-lancio (+1.033), il 21° già citato Bagnaia.

Fuori da questi, a chiudere il trenino, il 31° Spiranelli, il 32° Valtulini, il 33° Petrarca davanti all’ultimo il rookie dei rookie, il messicano Martinez Abre 34° con un distacco di oltre … 5 secondi.

In una corsa così non si può escludere niente. Ci sono 20 potenziali … vincitori! La Moto3 non finisce di sbalordire. Già, domani corsa incandescente. Vinca il migliore.

  • shares
  • Mail