MotoGP Aragon, Hayden: "Tante variabili, ma darò il massimo!"

L'americano, sostituto di Jack Miller sulla Honda del team Marc VDS, è consapevole delle difficoltà, ma non sarà ad Aragon solo per fare presenza: "Non sono qui in vacanza". Gomme ed elettronica le grandi incognite

Nicky Hayden: 13 stagioni in MotoGP di cui 8 con la Honda, un titolo Mondiale nel 2006 proprio in sella alla RC211V, la leggendaria 5 cilindri di Tokyo capostipite di tutti i prototipi dell'Ala Dorata dal 2002 ad oggi. Chi meglio di lui per sostituire l'infortunato Jack Miller in sella alla moto del Team Estrella Galicia 0,0 Marc VDS?

E infatti eccolo qui Nicky, 35 anni compiuti a luglio, ben più esperto e smaliziato del ragazzino ventiduenne che, dopo alcuni anni passati in AMA Superbike con la VTR 1000, debuttò nella Classe Regina nel 2003 a fianco di Valentino Rossi nel team HRC: da sempre legato alla Honda (se escludiamo la parentesi "ducatista" dal 2009 al 2013), Kentucky Kid ha prontamente risposto alla chiamata alle armi dell'Ala Dorata, che lo ha voluto sulla RC213V lasciata momentaneamente orfana da Miller.

hayden_aragon_2016-4.jpg

"La mia casa ora è in WorldSBK" ha detto Nicky "e i miei principali obbiettivi della stagione sono lì. Ma questa è una scuderia Honda e hanno bisogno di me, per cui cercherò di fare un buon lavoro", dimostrando ancora una volta la sua ormai proverbiale dedizione al lavoro di squadra.

Numero 69 (rigorosamente a stelle strisce) sulla Honda di Miller e via, pronto per il week end del MotorLand Aragon. Nicky, cosa si prova ad essere ancora qui?

"Belle sensazioni. Mi si è presentata l'occasione e non volevo rinunciare: ho, come sempre, una gran voglia di correre"

hayden_aragon_2016-5.jpg

Il centauro di Owensboro è consapevole che il 14° round del Mondiale GP non sarà per lui una passeggiata: le incognite sono molte, e le novità a cui dovrà abituarsi l'alfiere del team Ten Kate WSBK decisamente non di poco conto. Le nuove coperture Michelin e l'elettronica delle MotoGP odierne sono le due cose che sembrano preoccupare maggiormente Hayden:

"La cosa più importante è cercare di capire le gomme, perchè parlando con gli altri piloti sembra che il comportamento delle Michelin sia diverso rispetto alle mescole che ho usato la scorsa stagione, soprattutto all'anteriore. Coperture ed elettronica saranno variabili difficili da valutare, ma niente scuse! Mi impegnerò e proverò ad ottenere il miglior piazzamento possibile.

Here we go 📝📖 📟

Una foto pubblicata da Nicky Hayden (@nicky_hayden) in data:


Dopo più di 10 anni passati tra i prototipi e una buona esperienza con le derivate di serie (con cui corse anche prima di approdare nel Motomondiale), Nicky è uno dei pochi piloti che può dire di aver corso da protagonista entrambe le competizioni motociclistiche più celebri e rinomate del Mondo.

Quali le differenze principali tra MotoGP ed SBK?

"Ciò che mi piace di più del campionato al quale sto partecipando è che si corre due volte durante il fine settimana. Ma i prototipi della GP sono una cosa incredibile, sicuramente molto più stabili e rigidi delle Superbike. La differenza principale è la velocità: i rettilinei sembrano più corti nella Classe Regina. In Superbike però i tifosi sono più vicini, possono conoscere i piloti e vedere le moto… questo è molto bello"

hayden_aragon_2016-3.jpg

Interrogato sulle sue personali previsioni, il Campione del Mondo 2006 non vuole sbilanciarsi, ma promette di dare il massimo:

"Difficile fare un pronostico, so che sarà dura perchè sono tutti veloci, ma ho tanta fiducia in me stesso. Di certo non sono venuto qui in vacanza o per indossare una tuta diversa: voglio dare il massimo in modo che il risultato possa giustificare il mio ingaggio al posto di Miller. Vedremo!"

Suited & Booted

Una foto pubblicata da Nicky Hayden (@nicky_hayden) in data:


  • shares
  • Mail