Superstock 1000: dominio Mercado in Germania

L'argentino del team Aruba.it Junior Ducati vince alla grande il round 'bagnato' del Lausitzring della FIM Cup STK1000 e vola in classifica.

mercado_action.jpg

Vittoria senza storia per l'argentino Leandro 'Tati' Mercado (Aruba.it Racing - Junior Team) nel round del Lausitzring della FIM Cup Superstock 1000.

Il 24enne sudamericano, già campione della categoria nel 2014, non ha infatti dato scampo agli avversari su un tracciato bagnatissimo per la pioggia: scattato 7° in griglia, Mercado ha preso subito il comando al primo giro per andare a cogliere indisturbato la sua terza vittoria stagionale con oltre 20" di vantaggio sul secondo, l'australiano Bryan Staring (Agro On-Benjan-Kawasaki), con il 'nostro' Riccardo Russo (Pata Yamaha Official Stock Team) bravo ad assicurarsi il terzo gradino del podio.

riccardo-russo-2016.jpg

Il francese Jeremy Guarnoni (Pedercini Racing Kawasaki) ha fatto sua la quarta posizione davanti agli italiani Kevin Calia (Nuova M2 Racing) e Luca Salvadori (Team Motozoo by Motoxracing), mentre il settimo posto è andato al pilota di casa Sebastian Suchet (Berclaz Racing by Motoxracing).

Bell'ottavo posto per Luca Vitali (Team 2R Racing) davanti a Roberto Tamburini, mentre Raffaele De Rosa (Althea BMW Racing Team), in lotta per il titolo con Mercado, ha dovuto accontentarsi dell'ultimo posto della Top 10 davanti a Fabio Massei (Team Trasimeno).

L’argentino è ora tornato in testa alla classifica della Superstock 1000 FIM Cup raggiungendo quota 102 punti, con De Rosa a 88, Calia a 77 e Michael Ruben Rinaldi (Aruba.it Racing - Junior Team) a 53 punti. Prossimo appuntamento il 30 settembre a Magny Cours (Francia) per il penultimo round della Superstock1000 FIM Cup.

mercado_podium.jpg

Così 'Tati' Mercado a fine gara:

“Sono molto felice, perché il weekend non era iniziato nel migliore dei modi. Vincere in Germania, in casa dei nostri rivali diretti, è speciale. Non sapevo quanto fosse possibile spingere sul bagnato, perché non avevamo mai girato in queste condizioni prima della gara, ma mi sono trovato subito bene."

"Quando vedevo le segnalazioni dai box credevo fossero sbagliate, perché il vantaggio era grande, ma ho voluto tenere il mio ritmo fino alla fine per evitare di perdere lucidità. Ora dobbiamo restare molto concentrati, ci aspettano due gare importantissime”.

STK1000 Germania 2016 - Classifica Finale

riccardo-russo.jpg

1 L. MERCADO | ARG | Ducati Panigale R 11 Laps
2 B. STARING | AUS | Kawasaki ZX-10R +21.727
3 R. RUSSO | ITA | Yamaha YZF R1 +24.114
4 J. GUARNONI | FRA | Kawasaki ZX-10R +37.693
5 K. CALIA | ITA | Aprilia RSV4 RF +39.495
6 L. SALVADORI | ITA | Yamaha YZF R1 +40.211
7 S. SUCHET | SUI | Yamaha YZF R1 +44.154
8 L. VITALI | ITA | BMW S 1000 RR +44.172
9 R. TAMBURINI | ITA | Aprilia RSV4 RF +45.475
10 R. DE ROSA | ITA | BMW S 1000 RR +46.617
11 F. MASSEI | ITA | Yamaha YZF R1 +47.078
12 W. TESSELS | NED | Kawasaki ZX-10R +54.195
13 M. MAZZINA | ITA | Yamaha YZF R1 +59.575
14 A. ANDREOZZI | ITA | Ducati Panigale R +1'00.202
15 T. FINSTERBUSCH | GER | Kawasaki ZX-10R +1'00.786
16 B. FONG | USA | Kawasaki ZX-10R +1'06.871
17 M. MOSER | GER | Ducati Panigale R +1'07.090
18 L. OPPEDISANO | ITA | m Kawasaki ZX-10R +1'51.029
19 J. PUFFE | GER | Kawasaki ZX-10R +1'58.473
20 F. SANCHIONI | ITA | Kawasaki ZX-10R +1'58.474
21 A. TUCCI | ITA | Yamaha YZF R1 +1'59.944
22 B. LEU | SUI | Yamaha YZF R1 +2'00.230
23 F. CAVALLI | ITA | Kawasaki ZX-10R +2'05.233
24 F. D'ANNUNZIO | ITA | BMW S 1000 RR +2'05.457
25 M. RINALDI | ITA | Ducati Panigale R +1 Lap

Non classificati:
F. SANDI | ITA | Yamaha YZF R1
E. VIONNET | SUI | BMW S 1000 RR
R. MERCANDELLI | ITA | Kawasaki ZX-10R
M. FACCANI | ITA | Ducati Panigale R
T. RAZGATLIOGLU | TUR | Kawasaki ZX-10R
A. MANTOVANI | ITA | Yamaha YZF R1
R. HARTOG | NED | Kawasaki ZX-10R

rinaldi_action.jpg

  • shares
  • Mail