Brexit: la risposta della MCIA

Lo spauracchio della Brexit mette in “agitazione” la Industry Association Motorcycle

Brexit, MCIA Lo scorso 12 settembre si è tenuta a Coventry, nel Regno Unito, la prima riunione straordinaria dello speciale gruppo di lavoro della Industry Association Motorcycle che si occuperà di dare risposte al settore motociclistico inglese in vista della prossima uscita dalla Ue.

L’associazione inglese dichiara che queste riunioni si terranno periodicamente e nascono dall’esigenza di coordinare tutti gli interventi necessari al settore motociclistico “Made in UK”, nonché per rassicurare i diversi e già allarmati dipartimenti governativi.

Tra gli argomenti in cima all’ordine del giorno si è parlato della possibilità di rivedere il regime delle licenze, di investire maggiormente in formazione e supportare la nascita di nuovi piloti.

Questa attività rientra in una serie di azioni volte a monitorare l’impatto della Brexit nel settore industriale del Regno Unito. La MCIA ha inoltre pubblicato un sito web dove tutti gli addetti ai lavori, iscritti o no all’associazione, possono condividere con i membri del gruppo speciale idee, informazioni, potenziali preoccupazioni e opportunità per assistere il settore e i suoi comparti ad affrontare attraverso il dialogo quelle che saranno, se ci saranno, le conseguenze dell’uscita dal mercato unico europeo e dall’Europa stessa.

  • shares
  • Mail