Il voto dei bikers alle elezioni americane

I bikers americani e le elezioni presidenziali. Chi tra i Donald Trump o Hillary Clinton incarna meglio gli ideali del mondo delle due ruote?

American Motorcyclist Association

Per chi voteranno i bikers statunitensi l’8 novembre? Sceglieranno Donald Trump che ha già ricevuto l’endorsement da parte di numerosi gruppi di rider molto spesso presenti ai suoi raduni? Del resto gli stati americani con il più alto tasso di concentrazione di moto di proprietà sono quelli centro occidentali, da sempre a maggioranza repubblicana e, tanto per la cronaca, anche il “delfino” Donald Trump Jr è un accanito motociclista.

Oppure appoggeranno Hillary Clinton? La candidata democratica non si è troppo spesa a favore dei bikers americani. Tranne gli interventi di Barack Obama per salvare la Harley-Davidson dalla crisi economica finanziaria degli ultimi anni, poco è stato fatto dai democratici per il mondo delle due ruote, inoltre, durante il salvataggio della casa di Milwaukee, il Presidente ha giocato in casa, il Wisconsin è da sempre uno stato democratico.

A dare una mano ai rider americani ci ha pensato l'American Motorcyclist Association attraverso la pagina web “Vote Like A Motorcyclist”. Qui è possibile reperire tutte le informazioni sui due candidati presidenti, sui 453 candidati ai seggi della Camera dei Rappresentanti, sui 34 candidati Senatori e sui 12 Governatori Statali.

La pagina web illustra le posizioni dei due schieramenti politici sugli argomenti, sulle idee e le proposte che riguardano le due ruote negli Stati Uniti come, ad esempio, i regolamenti e le normative federali sull’uso dei terminali di scarico, l’accesso motorizzato al suolo pubblico, la tecnologia di comunicazione veicolo-veicolo. Uno strumento utile a tutti i bikers per schiarirsi le idee e scegliere al meglio chi votare. Infine, la pagina “Vote Like A Motorcyclist” permette a quei bikers che ancora non lo hanno fatto di registrarsi per poter esercitare il diritto di voto.

  • shares
  • Mail