Giugliano: "Moto2? Il mio cuore è in Superbike"

Il 26enne pilota romano guarda al futuro in vista del divorzio da Ducati a fine anno: "La proposta di Puccetti è quella che mi piace di più..."

Il prossimo round del Mondiale Superbike 2016 - in programma al Lausitzring, in Germania, nel weekend del 16-18 Settembre - sarà il primo dei quattro appuntamenti iridati con cui Davide Giugliano concluderà la sua esperienza con il team Aruba.it-Racing Ducati.

L'ingaggio del 34enne Marco Melandri per 'fare coppia' il prossimo anno con il confermatissimo Chaz Davies rappresenta infatti anche l'ufficializzazione della chiusura del rapporto tra lo squadrone bolognese e il 26enne romano, che ora è diventato uno dei piloti più ricercati sul mercato.

Un'altra sella in Superbike o il passaggio in Moto2 sono state fino ad ora le ipotesi più accreditate, ma sembra che l'intenzione di Giugliano sia proprio quella di rimanere nel massimo campionato per derivate dalla serie. Lo ha ribadito lo stesso pilota nel corso di un'intervista rilasciata al sito ufficiale del Mondiale SBK a margine del recente test Ducati a Misano.

MISANO ADRIATICO, ITALY - JUNE 18:  Davide Giugliano of Italy and ARUBA.IT RACING-DUCATI looks on in the box before the Race 1 during the FIM Superbike World Championship - Qualifying at Misano World Circuit on June 18, 2016 in Misano Adriatico, Italy.  (Photo by Mirco Lazzari gp/Getty Images)

Per quanto riguarda il suo futuro, Giugliano ha velatamente confermato i vari rumors che lo vorrebbero il prossimo anno nel Motomondiale, ma ha anche ribadito una sua preferenza ben precisa per la WSBK:

"Ho diverse occasioni: ne ho alcune importanti per restare in Superbike e anche per cambiare categoria, in Moto2. Sono tutte valide e sto prendendo del tempo, non per valutare le opzioni, ma per capire quale sia la decisione migliore per la mia carriera. In questi giorni c’è stata un po’ di confusione mediatica su questo argomento, la verità è che sto parlando con tante persone, ma non c’è ancora niente di scritto e firmato."

"Il mio cuore è in Superbike per tanti motivi, ho iniziato qui che avevo 15 anni, ora ne ho 26 e sicuramente cambiare ambiente, abitudini e circuiti non è facile. Però alcune volte bisogna scommettere tanto su sé stessi e se si pensa che la cosa giusta sia cambiare, è giusto andare in quella direzione."

davide-giugliano-ducati-sbk-2016-6.jpg

Il team Kawasaki Puccetti Racing è dato da più parti come una delle mete più probabili per Giugliano, con lo stesso patron Manuel Puccetti che è recentemente uscito allo scoperto nel manifestare il suo interesse per il pilota. Così Giugliano:

"Puccetti ha un team che è molto molto valido, ha vinto il campionato del mondo l’anno scorso in Supersport e sta provando a riconfermarsi quest’anno, dove attualmente è primo e secondo nella classifica mondiale, in una categoria che comunque è difficilissima. Ha un grande supporto da Kawasaki, stiamo parlando molto di questo. Manuel lo reputo una bravissima persona, con un grandissimo potenziale e ha un team veramente importante."

"È la proposta che attualmente mi piace di più e dove il cuore mi dice di andare. Chiaramente ci sono ancora dei dettagli da definire e vediamo cosa succederà nel breve periodo. La sua proposta e quello che vuole fare lui è per me molto interessante."

davide-giugliano-ducati-sbk-2016-3.jpg

E per quanto riguarda il finale di stagione 2016 - che dopo il Lausitzring prevede le tappe di Magny-Cours, Jerez e Losail, Giugliano - ha ribadito il suo massimo impegno, magari per centrare quella sua prima vittoria che fino ad ora gli è sfuggita nelle tre stagioni in sella alla Panigale:

"Saranno quattro round come gli altri. Sono un professionista. Sono ancora il pilota titolare della mia squadra e questo è l’importante. Voglio continuare a fare risultati, portare la nostra moto più avanti possibile e fare la mia stagione. Il giorno dopo l’ultima gara penserò al futuro."

"Sicuramente mi dispiace molto [lasciare la Ducati], ho trovato alcune persone che ne capiscono di corse. È stata una parentesi bellissima della mia vita. Abbiamo preso altre strade, faccio a tutti loro un grandissimo in bocca al lupo per il loro prossimo futuro e, visto che sono ancora giovane, spero che ci rincontreremo più avanti."

PHILLIP ISLAND, AUSTRALIA - FEBRUARY 28: Davide Giugliano of Italy and ARUBA.IT RACING-DUCATI  celebrates the third place at the end of the Supersport race2 of round one of the 2016 World Superbike Championship at Phillip Island Grand Prix Circuit on February 28, 2016 in Phillip Island, Australia.  (Photo by Mirco Lazzari gp/Getty Images)

  • shares
  • Mail