MotoGP Brno, pagelle: Crutchlow show, nel nome di Barry Sheene! Rossi e Marquez, gran podio. Disastro Lorenzo. Delusione Ducati

Cal coglie il jolly. Ma anche Valentino e Marc vanno all'incasso. Peccato per le Rosse

cal-crutchlow-lcr-honda-motogp-2016-3.jpg

LA GARA: la scommessa. Voto 8+ Il meteo decide il round di Brno portando al successo gli outsider (McPhee-Peugeot in Moto3 e Crutchlow Honda-Cecchinello in MotoGP) però in situazioni diverse: corsa-diluvio nella classe cadetta e corsa bagnata-asciutta nella premier class dove è facile sbagliare la scelta gomma, l’assetto, le mappature ecc. Così, l’incertezza, spinge alla danza della ... mescola e chi c’azzecca – in questo caso con le dure - vince. Stavolta ha ragione Rossi: “La linea fra essere un eroe o un patacca è molto sottile in questi casi”. E la ruota gira…

MICHELIN: la mescola. Voto 4- Ogni volta ce n’è una. Non è facile la MotoGP, specie quando le condizioni meteo sono come quelle di Brno. Ma la gomma “pesa” troppo sull’evoluzione della corsa e sul suo risultato finale, premiando e punendo ben “oltre” i reali valori in campo. Gomme strappate! E la sicurezza? Bibendum, sveglia!

CRUTCHLOW: la sorpresa. Voto 10 Il pilota della Honda del Team di Lucio Cecchinello (voto 10+) rimonta alla grande conquistando la sua prima vittoria nella classe regina 35 anni dopo l’ultimo successo inglese ottenuto da Barry Sheene ad Anderstop nel 1981. Cal, pilota da pelo sullo stomaco, monta la doppia hard, due rain dure davanti e dietro e c’azzecca. Una rimonta da incorniciare, una vittoria che passa alla storia. Non solo degli inglesi.
ROSSI: la lucidità. Voto 9+ Il pesarese della Yamaha (voto 9+) ancora una volta fa saltare le previsioni negative non sbagliando niente: gomme, assetti, tattica di gara. Un quasi capolavoro, grande rincorsa su su fino al secondo posto del podio (180°!) con la ciliegina sulla torta del secondo posto in classifica, saltando Jorge. Podio, punti, morale. Il “Dottore” baciato dalla dea bendata? La fortuna, si sa, aiuta gli audaci.

MARQUEZ: la pazienza. Voto 9 Il capitano della Honda (voto 8-) – a proposito dov’è PEDROSA? (Voto3) - dimostra forte capacità di gestione nelle situazioni più difficili: un salto di qualità sul piano tecnico, tattico, agonistico. Pilota non solo iper veloce ma sempre più completo e maturo: vista la situazione e soppesati i rischi non “spreme” le gomme (sbagliate) e punta al risultato conquistando un podio importante. E’ questa la strada per la conquista del nuovo titolo iridato!

LORENZO: la fretta. Voto 4- Il maiorchino “nervoso” torna nelle nebbie dello “zero punti” con una gara “tutta sbagliata” subendo persino l’onta del doppiaggio. Il (doppio) rientro ai box anzi tempo per il cambio moto, un disastro! Il meteo “così” e l’evolversi della gara manda in “bambola” lo spagnolo che fa perdere la bussola anche al Team. Quando tutto gira ok Jorge è unico ma nei … crocevia spesso si perde. Intanto perde il secondo posto in classifica e punti pesanti. Serve il sole! E la pronta riscossa a Silverstone e a Misano!

IANNONE: l’illusione1. Voto 7- Ducati illude ma poi delude. In testa fino al 15esimo giro l’Andrea di Vasto della Ducati (voto 7+) pareva lanciato verso il bis di sette giorni fa allo Spilberg ma la gomma anteriore lo ha fregato consigliandogli una guida leggera da … ottavo posto finale. Il potenziale del binomio italiano trionfatore del GP d’Austria resta elevato. Non è sempre festa. Mai mollare!

DOVIZIOSO: l’illusione 2. Voto 6- Idem come sopra, con le Rosse che illudono a inizio gara ma poi non durano. Delusione totale per l’Andrea forlivese che, da protagonista al vertice, passa ai zero punti di Brno. Stesso problema di Iannone, con conseguenze più pesanti. Ma chi fa la scelta gomme in Ducati, oggi con le rain con mescola morbida ko? O le gomme vanno in tilt per “altri” motivi? Capire la lezione e riscossa subito!

BAZ, BARBERA, LAVERTY: le… novità. Voto 8+ Qui la scelta azzeccata delle gomme premiano i piloti delle DUCATI NO FACTORY (Voto 9) rispettivamente a ridosso del podio: quarto, quinto, sesto relegando l’altro ducatista PETRUCCI (voto 6-) al settimo posto.

honda-brno-3.jpg

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: