MotoGP, Phillip Island: super-Stoner "profeta in patria", Pedrosa cade e consegna il titolo mondiale a Lorenzo

MotoGP Phillip Island 2012

Il Mondiale si decide appena al secondo giro: scatta bene Lorenzo che brucia sul tempo le due Honda Repsol, ma Dani Pedrosa lo attacca subito alla prima curva utile e si porta al comando. Anche Stoner passa (all'esterno!) il maiorchino e mette nel suo mirino il suo compagno squadra che però, dopo appena poche curve si ritrova in terra. Consegnando di fatto il mondiale nelle mani di Jorge Lorenzo.

Intanto Casey Stoner, come da copione, prende subito il largo. Bella bagarre a 4 per il terzo posto: ce la offrono le due Yamaha di Crutchlow e Dovizioso e le due Honda di Bautista e Bradl. Molto più attardate, c'è invece un filotto di 4 Ducati: Rossi, Hayden, Abraham, Barberà. Hector perde ben presto terreno, mentre il giovane Karel attacca addirittura il pesarese e lo passa!

Cal Crutchlow si stacca dal gruppo, lasciando gli altri tre a contendersi il 4° posto: è Dovizioso a sembrare quello più in difficoltà, superato da Bautista e Bradl. Proprio i due piloti con cui, da lle dichiarazioni di ieri dopo le prove, Valentino Rossi credeva di cimentarsi: in realtà in gara il distacco dai piloti dell'ala dorata è di oltre 14" netti. Il Dovi è comunque bravo a recuperare nel finale.

Casey Stoner vince così nella "sua" Phillip Island per la sesta volta consecutiva, dando l'addio nel migliore dei modi davanti a un pubblico arrivato da ogni parte del continente per tributargli il saluto che merita. E merita il titolo anche Jorge Lorenzo: il secondo per lo spagnolo nella massima categoria, che durante il corso della stagione non è mai sceso giù dal podio. Bravo Jorge!

1 25 1 Casey STONER AUS Repsol Honda Team Honda 175,7 41'01.324
2 20 99 Jorge LORENZO SPA Yamaha Factory Racing Yamaha 175,0 +9.223
3 16 35 Cal CRUTCHLOW GBR Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 174,6 +14.570
4 13 4 Andrea DOVIZIOSO ITA Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 174,0 +23.303
5 11 19 Alvaro BAUTISTA SPA San Carlo Honda Gresini Honda 174,0 +23.432
6 10 6 Stefan BRADL GER LCR Honda MotoGP Honda 174,0 +23.467
7 9 46 Valentino ROSSI ITA Ducati Team Ducati 173,0 +37.113
8 8 69 Nicky HAYDEN USA Ducati Team Ducati 173,0 +38.387
9 7 17 Karel ABRAHAM CZE Cardion AB Motoracing Ducati 172,0 +52.613
10 6 41 Aleix ESPARGARO SPA Power Electronics Aspar ART 171,5 +1'00.299
11 5 14 Randy DE PUNIET FRA Power Electronics Aspar ART 171,5 +1'00.342
12 4 8 Hector BARBERA SPA Pramac Racing Team Ducati 170,0 +1'21.951
13 3 9 Danilo PETRUCCI ITA Came IodaRacing Project Ioda-Suter 169,6 +1'27.857
14 2 51 Michele PIRRO ITA San Carlo Honda Gresini FTR 168,3 1 Giro
15 1 22 Ivan SILVA SPA Avintia Blusens BQR 166,8 1 Giro

  • shares
  • Mail
40 commenti Aggiorna
Ordina: