Kenan Sofuoglu supera i 400 km/h con la Kawasaki Ninja H2R! [Video]

Un ponte lunghissimo da inaugurare, con a disposizione diverse corsie di larghezza e la moto di serie più veloce del mondo. Questi gli ingredienti del tentativo di record di velocità di Kenan Sofuoglu. Ecco com'è andata.

Qual è il miglior modo per inaugurare il ponte con la quarta campata più lungo del mondo? Ovviamente mettere nelle mani del pilota più vincente della storia della Supersport la più veloce moto di serie mai prodotta dall'uomo, facendoli lanciare a 400 chilometri all'ora.

E' quello che è appena avvenuto sull'Izmit Bay Bridge, viadotto turco sospeso sul Mar di Marmara che ha visto coronare con successo il tentativo di record da parte dell'idolo locale Kenan Sofuoglu, in sella alla Kawasaki H2R, la prima supercharged dell'era moderna e non nuova a raggiungere velocità siderali. Questo il commento dei pilota turco:

“Ho raggiunto 400 km/h, la velocità massima che questa moto può raggiungere. Non mi ricordo dove ho avuto questa idea del record, ma quando ho firmato l'accordo del 2016 con la Kawasaki, mi piaceva e volevo così tanto questa moto edizione speciale. Quando l’ho chiesta, Kawasaki ha detto che la velocità massima era di 380 km/h e che il loro sogno era quello di raggiungere i 400 km/h. La prima volta che l’ho guidata, ho sentito la sua enorme potenza e velocità, e ho fatto piccoli cambiamenti alla moto - mantenendo le impostazioni originali – senza modificarla. Ho raggiunto 390 km/h nelle mie ultime prove ed oggi ho battuto e raggiunto i 400 km / h. Volevo fare questo tentativo in occasione dell’apertura del ponte, ma per poter beneficiare delle migliori condizioni atmosferiche, l’abbiamo messo in pratica alle 5 del mattino. La velocità massima che si raggiunge durante le gare del campionato mondiale è di circa 300 km/h, i 400 km/h sono una realtà ad alta velocità. È stato un sogno raggiungere questa velocità e grazie a Dio ce l'ho fatta. Attualmente sono il leader nel Campionato del Mondo, e il mio prossimo sogno sarà quello di vincere il titolo per la quinta volta”.

sofuoglu-400.jpg

Vi avevamo raccontato, nei giorni scorsi, la marcia di avvicinamento all'impresa, nata non certo per caso e che ha richiesto, per un pilota pur espertissimo come Sofuoglu, oltre tre mesi di preparazione, dedicati anche a conoscere la moto e le gomme, altre grandi protagoniste di questa sfida.

Il tutto si è risolto in una manciata di secondi, il tempo che il pilota del team Puccetti Racing e la hypersport della casa di Akashi hanno impiegato ad arrivare al fatidico muro, toccato il quale il pilota turco ha subito alleggerito il gas, per poi abbandonarsi a festeggiamenti prima ancora di essersi fermato.

Prima, seconda, terza e quarta per arrivare a 300 all'ora, velocità proibitiva per la quasi totalità delle moto in commercio, una quinta "tirata" ben oltre i 350 orari e la sesta che, una volta distesa, ha permesso di visualizzare, sul display digitale della H2R il magico numerino, con la sensazione che, insistendo, ce ne fosse ancora, ma questa è un'altra storia, e sarà solo questione di tempo, lo scriverla.

Per completezza, l'immagine del cruscotto della H2R protagonista del record  è stata scattata a moto ferma, dopo aver registrato la massima velocità raggiunta, che è quella visualizzata.

h2r-400.jpg

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: