CIV Moto3, Mugello: nuovo duello fra galletti 15enni e i giovani leoni 19enni

I giovani galletti della categoria Moto3 del Campionato Italiano Velocità pronti a sfidarsi nel 3° e 4° round del Mugello

CIV Moto3 Vallelunga

CIV Moto3 Mugello 2016 - Sono 300 i piloti che sabato e domenica si daranno battaglia all’autodromo del Mugello per il 3° e il 4° round del Campionato Italiano Velocità 2016. Cinque le classi in programma: SBK, SS, Moto3, Premoto3 125 2T e 250 4T, SP4T. Diciamo subito che tutte le gare saranno trasmesse in diretta televisiva da SKY Sport MotoGP (canale 208) sia al sabato che la domenica e in live streaming da Sportube, accessibile anche dal sito civ.tv. Ma il week end sul magnifico tracciato toscano e in una cornice davvero insuperabile merita la presenza “fisica”, sul campo, degli appassionati e per lo show in pista e anche per le diverse iniziative fra cui quella encomiabile della domenica denominata “pit walk” quando alle ore 13 il pubblico può vedere e toccare da vicino piloti e moto pronti per la gara nella corsia box e addirittura fare un giro di pista a bordo del bus panoramico. Manca solo la possibilità di salire sulle moto da corsa.

CIV Moto3 Vallelunga

Se c’è un neo è dato dal calendario: nello stesso week end del Mugello, all’autodromo di Misano, c’è l’atteso meeting-show World Ducati Week (WDW 2016) e in Spagna ad Albacete c’è il CEV mondialino dove nella Moto3 Lorenzo Dalla Porta è in testa al Campionato. Tant’è. Qui presentiamo la Moto3, la corsa dei “giovani leoni”, non solo perché è una gara di alto profilo tecnico e spettacolare ma perché è oramai evidente che è questa la categoria che forgia le nuove leve “tricolori” lanciandole nel firmamento internazionale, come ha dimostrato anche l’ultimo GP d’Olanda ad Assen.

CIV Moto3 Vallelunga

Il meteo prevede al Mugello due giornate assolate recuperando così i primi due round d’apertura del CIV di metà maggio dove a Vallelunga l’ha fatta da padrone un tempo da... Assen condizionando i risultati ma non certo delegittimandoli o togliendo valore ai protagonisti usciti indenni dalla tempesta. Tanto per rinfrescare la memoria: a Vallelunga sul podio di Gara1 erano saliti il 15enne Nicholas Spinelli sul gradino più alto (riuscendo nell’impresa di cadere, rialzarsi e vincere…), il 16enne Bruno Ieraci (secondo), il rookie non ancora 15enne Celestino Vietti Ramus, già “cannibale” della PreMoto3 2015. Tre piloti meno di 48 anni in tre!

In Gara 2 vinceva il 17enne rampantissimo Mattia Casadei, per nulla intimorito dalle due scivolate in Gara1 (comunque quinto), con i … “soliti” Ieraci e Vietti Ramus ancora sul secondo e terzo gradino del podio. Puntare sui giovani – in questo caso “baby” – paga, non sono scelte avventate. Tanto di cappello, quindi, a questi ragazzini terribili (e anche ai rispettivi Team con moto da … mondiale) in grado di sfidare maltempo e avversari dimostrando capacità tecnico-agonistiche e carattere davvero rimarchevoli. In situazioni limite come quelle di Vallelunga, si sa, ci sono quelli che mancano all’appello finale, traditi da problemi diversi – cadute, difficoltà tecniche, problemi di messa a punto – soprattutto legati a una sola parola: iella.

Ci riferiamo in particolare a piloti già noti e già “affermati” in Moto3 di fatto, oltre il crinale dei … 16 anni, per primi tre 19enni di gran lignaggio: il campione del CIV Moto3 2014 Manuel Pagliani e il tostissimo Alessandro Torlaschi (entrambi ko per caduta in entrambi i round!), poi Simone Mazzola, invece in corsa con due prestazioni notevoli (quarto e settimo) considerando il gran volo di venerdì in Q1 e i sopravvenuti problemini tecnici a metà di gara2 quando il pilota capitolino, in grande rimonta, stava attaccando i battistrada. Mazzola scende in pista al Mugello con la moto italo-taiwanese della Kymco-Oral all’ultimo step evolutivo in attesa di far debuttare nel 5° e 6° round di fine luglio a Misano l’inedita 250 – motore e telaio completamente nuovi – il bolide che nei programmi potrebbe addirittura disputare già quest’anno una wild-card mondiale e un paio di corse del CEV mondialino a fine stagione. Se son rose fioriranno.

Intanto al Mugello si arriva con questa classifica: Ieraci (TM Miralux Pos Corse 40 punti), Spinelli (MF84 Pluston Althea 38 punti), Casadei (SIC58 Squadra Corse 36 punti), l’altro rookie Vietti Ramus (RMU Racing Team 32 punti), Mazzola (Kymco-Oral Racing Team 22 punti) nella top five. E’ certo che Pagliani, Torlaschi, Mazzola, insieme a giovanissimi come Stefano Nepa (3570 Racing Team) e agli outsider di turno, al Mugello puntano al riscatto e torneranno a battagliare per il podio e per la vittoria.

  • shares
  • Mail