MotoGP Assen, Ducati: punti importanti, ma grande delusione

In un gran premio, quello di Assen della MotoGP, condizionato dal maltempo, con la gara interrotta e poi ripresa, la Ducati porta a casa un bottino ridotto rispetto alle attese,

iannone-assen-2016.jpg

Un quinto posto partendo dall'ultima posizione in griglia per ben due volte sarebbe da considerare, in condizioni normali, un ottimo risultato. Ma di normale, nella gara di Assen della MotoGP, ottavo appuntamento della stagione 2016, non c'è stato nulla o quasi.

Il meteo avverso ha infatti condizionato lo svolgimento del GP d'Olanda, diviso in due da un acquazzone che ha costretto la direzione gara a sospendere le ostilità al quindicesimo giro, per poi far disputare successivamente un secondo stint di dodici tornate.

dovizioso-assen-2016.jpg

La casa bolognese è così passata dall'avere Dovizioso (partito dalla pole) in seconda posizione al termine della prima parte di corsa, al raccogliere solo gli 11 punti di un Iannone che, partito ultimo in griglia dopo la penalizzazione ricevuta per aver provocato la caduta di Lorenzo in Catalunya e diciassettesimo nel mini-GP di dodici giri a seguito di una caduta, ha comunque in parte salvato una giornata che ha visto il compagno di squadra finire a terra quando era secondo dietro a Rossi.

A parziale consolazione, per la casa di Borgo Panigale, c'è da considerare il terzo posto di Redding ed il fatto di aver piazzato quattro moto nelle prime dieci posizioni. Di seguito le dichiarazioni dei due "ufficiali" Ducati:

Andrea Iannone: “In generale credo che sia stato un weekend positivo per noi perché sull’asciutto siamo sempre stati competitivi e avevamo buone possibilità per poter concludere bene il weekend nonostante la pioggia, che fino a ieri era un problema per me perché non avevo molta fiducia, e il fatto che sono dovuto partire dall’ultima posizione. In MotoGP non è mai facile recuperare, però sono contento di entrambe le mie partenze: nella prima dopo il primo giro ero undicesimo e poco dopo già sesto, e quindi forse partendo qualche fila più avanti mi sarei potuto giocare il podio. Anche alla seconda partenza ero molto indietro, in diciassettesima posizione, ma sono riuscito a recuperare bene e a tagliare il traguardo in quinta posizione. Alla fine il risultato di oggi è stato abbastanza positivo per noi e siamo riusciti a portare a casa dei punti importanti.”

Andrea Dovizioso: “Ovviamente sono molto deluso perché avevamo fatto un bel weekend e nella prima parte di gara ero primo in condizioni molto difficili, ma poi ha cominciato a scendere davvero troppa acqua ed è stata giusto fermare la gara. In realtà quello che è successo nella seconda partenza è che tutti abbiamo montato la gomma posteriore morbida, che aveva molto più grip ma ha creato ancora più problemi all’anteriore, che è il motivo di tutte le cadute che ci sono state tra ieri e oggi. Io e Valentino sapevamo di essere i più veloci e ci siamo spronati per andare più forte possibile, ma alla fine abbiamo sbagliato tutti e due. Non ci sono molte scuse quando uno cade, perchè vuol dire che hai fatto un errore, ma quando ci sono così tante cadute in due giorni sull’acqua è importante capirne la ragione.”

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail