Giugliano sul podio a Misano: "Dedicato a Pirovano"

Il romano del team Aruba.it Ducati SBK si rifà dell'errore di Gara-1 portando la Panigale R sul podio in Gara-2. Ritirato Chaz Davies.

ducati-misano-2016-1.jpg

Bella prestazione per Davide Giugliano (Aruba.it sucati SBK) nella Gara-2 del round di Misano Adriatico per il Mondiale Superbike 2016. Dopo il mesto 14° posto nella Gara-1 di ieri, subito compromessa per una scivolata al secondo giro, il pilota romano ha saputo mantenere velocità e determinazione nella gara di oggi per cogliere un bel terzo posto alle spalle delle imprendibili ZX-10R factory dei britannici Jonathan Rea e Tom Sykes (Kawasaki Racing Team).

Scattato molto bene dalla terza fila - guadagnata con il poco entusiasmante 7° posto nella Superpole di sabato mattina - Giugliano si è subito attaccato al gruppo dei primi a inizio gara e ben presto si è ritrovato terzo alle spalle di Rea e Sykes, una posizione che non ha faticato ad amministrare fino alla bandiera a scacchi. Quarto podio stagionale per lui, che nel mondiale si riprende il quarto posto ai danni di Michael Van der Mark (Honda WSBK).

ducati-misano-2016-superbike-2.jpg

Come ieri, Giugliano è sceso in pista oggi a Misano con una speciale livrea del suo casco in omaggio a Fabrizio Pirovano, indimenticabile lottatore della Superbike dell'epoca d'oro venuto a mancare in settimana. E la sua dedica post-gara è proprio per lo scomparso pilota brianzolo:

“Ieri abbiamo sofferto, avevamo il passo per fare bene ma una scivolata ci ha tolto dalla lotta al vertice. Sapevamo di poterci rifare oggi, ed abbiamo anche fatto un piccolo passo avanti con il setup per Gara 2. All’inizio ho cercato di gestire le gomme perché mi aspettavo un calo nella seconda parte di gara, come era successo ieri, da parte di Rea e Sykes. Tuttavia, questo calo non c’è stato. Comunque era importante riscattarci e dedico questo podio, che avrei preferito fosse una vittoria, a Pirovano e la sua famiglia”.

MISANO ADRIATICO, ITALY - JUNE 19:  Davide Giugliano of Italy and ARUBA.IT RACING-DUCATI celebrates the third place under the podium at the end of the Race 2 during the FIM Superbike World Championship - Race at Misano World Circuit on June 19, 2016 in Misano Adriatico, Italy.  (Photo by Mirco Lazzari gp/Getty Images)

Weekend di Misano da dimenticare, invece, per il suo compagno di box Chaz Davies. Dopo la bella rimonta di ieri (che gli aveva comunque fruttato 'solo' un quarto posto), il gallese oggi è scivolato al secondo giro alla curva del Carro, la stessa che ieri era stata fatale a Giugliano. Il gallese non è poi riuscito a continuare la gara ed è rientrato al box per ritirarsi definitivamente: con i risultati del weekend, il suo distacco da Rea nel Mondiale è ora salito a 99 punti. Così Davies:

“Sono molto deluso perché nel weekend abbiamo sempre avuto un buon passo ma non abbiamo raccolto i frutti del nostro potenziale su questo tracciato. Ieri la vittoria sarebbe stata alla nostra portata, ed oggi eravamo pronti a rimontare ma da meno lontano. La scivolata è difficile da spiegare, non mi sentivo al limite ed avevamo la solita velocità di percorrenza ed angolo di piega, ma queste sono le corse. Se non altro non ho riportato gravi infortuni, il polso destro mi fa male ma spero di tornare in fretta al 100% e dare battaglia a Laguna Seca”.

MISANO ADRIATICO, ITALY - JUNE 19:  Chaz Davies of Great Britain and ARUBA.IT RACING-DUCATI and Michael Van Der Mark of Netherlands and Honda World Superbike team (L) run on track in order to check the bikes after crashed out during the Race 2 during the FIM Superbike World Championship - Race at Misano World Circuit on June 19, 2016 in Misano Adriatico, Italy.  (Photo by Mirco Lazzari gp/Getty Images)

Stefano Cecconi, Team Principal del team Aruba.it Ducati Superbike, non ha nascosto la delusione del team per i risultati ottenuti a Misano davanti al proprio pubblico, solo parzialmente smorzata dal podio di Giugliano:

“Visto il potenziale espresso in prova con entrambi i piloti, si è trattato di un weekend difficile ed avaro di soddisfazioni per noi. Chiuderlo con un podio comunque ci ripaga almeno parzialmente degli sforzi, ora ricaricheremo le batterie con la grande festa del World Ducati Week e arriveremo a Laguna Seca più agguerriti di prima”.

ducati-misano-2016-superbike-5.jpg

  • shares
  • Mail