MotoGP: KTM in crescita anche nel test di Jerez

Randy De Puniet e Mika Kallio di nuovo in pista in Spagna con il prototipo RC16 della casa austriaca: "Grandi progressi in due mesi"

mika-kallio-ktm-rc16-jerez-2016.jpg

In vista del debutto in MotoGP fissato per il 2017 (e del primo confronto diretto con la concorrenza nel test post gara di Valencia), il programma di test di KTM sul suo prototipo RC16 si fa sempre più serrato.

Meno di una settimana dopo la precedente uscita di Brno - che seguiva a distanza di un mese la precedente 'tre giorni' di Misano - il KTM MotoGP Factory Racing Team è tornato in azione questa settimana a Jerez de La Frontera per due giornate di test, giovedì e venerdì.

Il finlandese Mika Kallio e il francese Randy De Puniet sono stati i piloti impegnati in questa tornata di test nel sud della Spagna, con il primo che ha così effettuato il suo 6° test dell'anno con la moto austriaca. A differenza del test di Febbraio, questa volta le condizioni meteo sono state oltremodo favorevoli per il team di sviluppo di Mattighofen, con circa 30°C di temperatura dell'aria e 50°C per la pista.

randy-de-puniet-ktm-rc16-jerez-2016.jpg

Questo clima ha permesso alla squadra di proseguire con il suo programma di lavoro, il cui esito è stato così riassunto dal Direttore Tecnico Sebastian Risse:

"Il nostro obiettivo qui era soprattutto quello di verificare i progressi nello sviluppo che abbiamo fatto a Brno. Tuttavia il gran caldo, in particolare nel primo giorno, ci ha permesso di comprendere come si comporta il nostro materiale in condizioni estreme, e devo dire che non abbiamo avuto grossi problemi. Per la prima volta abbiamo anche avuto a disposizione i pneumatici Michelin, molto simili a quelli utilizzati in MotoGP su questo circuito. Questo ci ha permesso di lavorare sulla messa a punto in vari modi, e abbiamo visto un significativo miglioramento dei tempi rispetto ai precedenti test fatti qui".

mika-kallio-box-jerez-2016.jpg

Con l'ingaggio di Bradley Smith ufficializzato da settimane e quello di Pol Espargarò che sarebbe ormai dietro l'angolo, Mika Kallio dovrebbe essere ormai tagliato 'fuori dai giochi' per quanto riguarda la prima line-up KTM in MotoGP. Questo naturalmente non ha distolto il freddo scandinavo dai suoi doveri di tester ufficiale:

"I giorni di test di settimana scorsa a Brno e quelli qui a Jerez sono stati molto produttivi per la squadra. Come pilota, sono molto contento dei progressi che abbiamo fatto lavorando insieme: in pista la moto si comporta sempre più come vorrei. Non è stato così facile per noi fare grandi passi avanti negli ultimi due mesi, ma sono stati importanti perché i tempi sul giro finalmente cominciano ad arrivare. Questo è un bene anche per la motivazione della squadra. Credo che abbiamo fatto uno step decisivo nello sviluppo proprio al momento giusto, prima di metterci alla prova contro la concorrenza."

randy-de-puniet-box-jerez-2016.jpg

Anche Randy de Puniet ha elogiato la rapida crescita compiuta dalla RC16 negli ultimi mesi, dichiarandosi impressionato dai risultati ottenuti in un lasso di tempo relativamente breve:

"E' passato un po' di tempo da quando ho fatto i primi giri sulla moto nel test di Brno a fine aprile. Devo dire che la squadra ha svolto davvero un ottimo lavoro e che la moto è molto migliorata: il motore, il telaio e l'elettronica sono stati tutti aggiornati. E qui siamo stati anche in grado di fare ulteriori miglioramenti, con dei buoni tempi sul giro. Per me è stato il miglior test finora: mi sono divertito sulla moto in entrambi i giorni e sono pronto per Aragon, dove probabilmente farò il mio prossimo test."

2016-ktm-b.jpg

  • shares
  • Mail