Yamaha svela la gamma off-road 2017

La casa di Iwata presenta le sue moto fuoristrada per il 2017 con tante novità, soprattutto per quanto riguarda la 'due e mezzo' da cross.

Yamaha ha tolto i veli alla nuova gamma di modelli motocross ed enduro per il 2017 e le novità non mancano di certo, soprattutto per quanto riguarda la 'due e mezzo' da cross.

Negli ultimi anni, la Yamaha YZ250F ha raccolto successi sportivi e titoli soprattutto oltre oceano, grazie a piloti come Jeremy Martin e Cooper Webb, ma il Model Year 2017 è stato pesantemente rivisto per di aumentare le prestazioni e migliorarne le qualità di guida. Tra i cambiamenti più importanti ci sono infatti un aumento della potenza agli alti regimi, migliorie al cambio, l’ottimizzazione delle sospensioni e un upgrade dell'impianto frenante.

Il nuovo propulsore si presenta quindi con una maggiore efficacia di aspirazione e scarico, una trasmissione più fluida e una rimappatura delle centralina, che innalza il punto massimo di fuorigiri del motore migliorando di fatto l’allungo e il feeling di guida. L'innovativa testa rovesciata, il filtro dell'aria collocato in alto e il posizionamento del serbatoio sotto la sella sono soluzioni all'avanguardia che sottolineano l'alto tasso tecnologico della moto.

Esternamente, i carter in alluminio della versione 2017 mostrano linee e struttura identiche al modello 2016, ma sono stati sottoposti a un trattamento termico per aumentarne la resistenza di circa il 5%, innalzando così gli standard di affidabilità e durata. L’ottimizzazione del comparto trasmissione, inoltre, conferisce agli ingranaggi della seconda e terza marcia una sezione maggiorata, mentre gli innesti di prima, seconda, terza e quinta sono stati modificati (così come il tamburo preselettore) per rendere le cambiate più fluide e veloci.

Al fine di aumentare l'afflusso di aria nella testa a 4 valvole, il condotto d’aspirazione è stato ridisegnato ed il diametro della valvola d’aspirazione aumentato. Gli alberi a camme di aspirazione e scarico hanno ora un nuovo diagramma e maggior alzata, per fornire un'erogazione più corposa ai regimi bassi e medi. Ci sono anche nuove molle per le valvole, per la maggior alzata, mentre la biella è in acciaio al nickel-cromo-molibdeno per meglio sopportare l'incremento di potenza del motore.

yamaha-yz250f-16.jpg

Altri significativi incrementi di potenza nei regimi medi ed elevati sono stati ottenuti accorciando il cornetto di aspirazione, per diminuire le perdite di pompaggio. Il collettore d'aspirazione aumenta la sezione trasversale di circa il 5%, mentre il nuovo design del condotto ottimizza il riempimento della camera di combustione.

I condotti di scarico sono stati ridisegnati ed il collettore di scarico, a diametro maggiorato, punta agarantire una pronta risposta del motore a tutti i tipi di regimi. La sezione anteriore ha uno sviluppo dal raggio più ampio, per una sezione trasversale interna più grande.

yamaha-yz250f-11.jpg

Sarà inoltre possibile avvalersi dello specifico Yamaha Power Tuner, un compatto dispositivo opzionale che permette di modificare l'erogazione di Yamaha YZ250F. Si collega direttamente alla moto, senza necessità di un PC, ed in pochi secondi permette di mettere a punto le prestazioni del motore per adattarlo alle condizioni del circuito e di guida.

Passando alla ciclistica della nuova YZ250, anche qui le novità non mancano: le due soluzioni che vedono un air box collocato in alto ed il serbatoio sotto la sella sono state rese possibili dalla testa rovesciata e contribuiscono a centralizzare le masse, per una guida reattiva ed un bilanciamento ottimale.

yamaha-yz250f-9.jpg

I tecnici Yamaha hanno perfezionato il telaio per consentire di sfruttare fino in fondo le sue prestazioni: è di circa 12 mm più largo nell'area posteriore al perno del forcellone, scelta che aumenta la rigidità torsionale e quindi la stabilità. I supporti motore in acciaio sono stati sviluppati per adattarsi alle caratteristiche del motore.

Per quanto riguarda le sospensioni, l'evoluta forcella Aria-Olio Separati (AOS) Kayaba beneficia di un nuovo design dei foderi, ora più rigidi, mentre la quantità di olio è leggermente diminuita. Per migliorare il feeling del freno posteriore, il disco da 245 mm è stato realizzato con lo stesso acciaio resistente al calore del disco anteriore, per una frenata sicura in tutte le condizioni di guida.

La Yamaha YZ450 ha dimostrato chiaramente le sue qualità nell'ultimo Mondiale MXGP 2015, che ha vinto nelle mani del francese terribile Romain Febvre.

Il Model Year 2017 ripropone l'innovativa testa cilindro rovesciata, mentre la maggiore novità da punto di vista tecnico è il disco freno posteriore da 245 mm, stato realizzato con lo stesso acciaio resistente al calore del disco anteriore, per un feeling e prestazioni superiori. Nuove anche le grafiche, ma questo lo si può dar sempre per scontato.

Nuove grafiche, appunto, anche per le nuove versioni 2017 di YZ250, YZ125 e YZ85 a 2 tempi, modelli che sottolineano l'impegno di Yamaha nella realizzazione di moto off-road per tutte le categorie. sul versante tecnico, anche qui si segnala l'adozione di un disco anteriore maggiorato da 270 mm.

Anche i Model Year 2017 delle 'enduro' WR250F e WR450F condividono insieme ai modelli YZ-F l'innovativo design con la testa cilindro rovesciata ed il compatto telaio in alluminio. Nel 2016, Yamaha si è imposta nei Campionati Mondiali E2 ed E1, dimostrando ulteriormente la bontà della sua proposta complessiva per il pianeta dell’off-road.

  • shares
  • Mail