Honda CBR 250RR: non chiamatela "piccola"

Ride-by-wire e tre riding mode per la Honda CBR250RR, che non sembra affatto voler rinunciare ai vezzi delle sorelle maggiori

cbr250rr-1.jpg

Non stiamo forse parlando dei quattro in linea da oltre 20.000 giri degli anni '90, ma la tanto attesa Honda CBR250RR sembra promettere decisamente bene. La piccola superbike dell'Ala Dorata, che porta in dote il DNA delle più grosse Fireblade, pare essere la vera erede delle urlanti quarto di litro a quattro cilindri che spopolarono ormai due decenni fa in alcuni mercati.

Purtroppo, da noi non è previsto nemmeno l'arrivo di questa bicilindrica a quattro tempi, destinata principalmente ai paesi asiatici: tuttavia, a differenza di molti mezzi venduti in Oriente, la piccola RR non pare voler rinunciare alla qualità e ad alcune finezze tipiche delle sorellone di maggiore cilindrata.

Non si conosce ancora il target di potenza a cui Honda mira, tuttavia si vocifera che la CBR250RR sarà dotata di tre riding mode, il che fa pensare che il bicilindrico non sarà affatto un motore pigro: il ride-by-wire, confermato da un insider di Honda Asia, permetterà di giostrarsi tra tre mappature differenti (Racing Sport, Racing e Dynamic).
Una nuova alba per le piccole supersportive?

cbr250rr-2.jpg

  • shares
  • +1
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: