Iannone in 1a fila al Mugello: "Non era facile"

Il Ducati Team agguanta la prima fila nel GP d'Italia della MotoGP grazie al 3° tempo del pilota abruzzese. Pirro e Dovizioso fuori dalla Top 10.

Ottima prima fila per Andrea Iannone (Ducati Team) nelle qualifiche del GP d'Italia della MotoGP, 6° round del Motomondiale 2016 (clicca qui per orari e copertura TV). Il pilota di Vasto ha conquistato la terza posizione nella combattuta Q2 del Mugello, un risultato eccellente anche se probabilmente lui stesso sperava in qualcosa di più dopo il primo posto anche nelle FP3 e nelle FP4 di oggi (da aggiungere al miglior crono del Day-1) e la pole del 2015.

1:46.607 il suo miglior giro nelle Q2, a un decimo dalla pole position di 1:46.504 fatta segnare oggi da un determinatissimo Valentino Rossi (Movistar Yamaha MotoGP). A dividere i due sulla prima fila dello schieramento ci sarà lo spagnolo Maverick Vinales (Ecstar Suzuki), futuro compagno di box del 'Dottore' in Yamaha che lo stesso Iannone andrà a rimpiazzare a fine anno nella squadra factory di Hamamatsu.

ducati-team-motogp-mugello-2016-6.jpg

A fine giornata, Andrea Iannone ha così analizzato il suo sabato al Mugello:

“E’ sempre positivo partire in prima fila ma l’anno scorso era andata decisamente meglio in qualifica! Parlando sul serio, mi aspettavo di fare un po’ di fatica proprio sul giro secco, perché la mia moto scivola abbastanza davanti e quindi quando cerco la velocità in curva lo sterzo tende a chiudersi e mi sono preso anche qualche rischio. Però abbiamo un passo gara molto buono e abbiamo fatto delle FP4 veramente eccellenti con temperature molto alte, e non era facile. In fondo questo è stato il primo turno in cui non siamo stati primi, ma tutto sommato finora il weekend è stato molto positivo per noi: siamo partiti col piede giusto e sono convinto di poter fare una bella gara domani.”

ducati-team-motogp-mugello-2016-10.jpg

Giornataccia invece per Andrea Dovizioso, che ieri aveva accusato un dolore al collo. Il pilota romagnolo, incassata in settimana la conferma in Ducati, ha prima mancato la qualificazione diretta alle Q2 nelle FP3, e poi non è riuscito a superare le Q1 pur con un buon 1:47.089, battuto da Scott Redding (Ducati OCTO Pramac Yakhnich) e Aleix Espargarò (Ecstar Suzuki):

“E’ stata una giornata impegnativa, e stamattina non ho trovato un buon feeling con la mia moto e questo non mi ha permesso di entrare nei primi dieci, complicando decisamente le cose. Però in FP4 abbiamo fatto davvero un buon lavoro, facendo un passo in avanti. In Q1, dopo il primo tentativo con la gomma dura, sono uscito con le gomme più morbide ed ho girato in 1’47”089, un tempo che mi avrebbe permesso di partire in seconda fila se ottenuto in Q2, ma purtroppo non è bastato per accedere al turno successivo. Comunque nessuna scusa: mi prendo le mie responsabilità ma ci manca il lavoro di un turno, perché ieri non sono riuscito a lavorare come avrei voluto per il mio problema al collo. Mi dispiace che per soli 49 millesimi ci troviamo ad essere indietro sulla griglia, in quinta fila, ma se analizziamo sia la FP4 che la Q1 abbiamo il passo per poter stare con i primi.”

ducati-team-motogp-mugello-2016-2.jpg

Dopo il sorprendente terzo posto assoluto del venerdì, Michele Pirro non è riuscito a ripetersi nel sabato del Mugello portando comunque a casa un buon 11° posto in griglia nelle qualifiche. Il pilota pugliese, wild card per il GP d'Italia, aveva chiuso in decima posizione le FP3 del mattino garantendosi così l’accesso diretto ala Q2, chiusa con il miglior personale di 1:47.361:

“Non è stata la qualifica che mi aspettavo, perché nella prima uscita ho avuto un problema con la mia moto e sono stato costretto a rientrare ai box ed usare l’altra, con cui avevo meno feeling, ma soprattutto ho perso la possibilità di girare con due gomme nuove. Peccato, perché sarebbe bastato poco per fare la seconda fila, ma sono cose che succedono e io rimango comunque fiducioso per domani, perché abbiamo il potenziale per poter fare bene.”

ducati-team-motogp-mugello-2016-5.jpg

  • shares
  • +1
  • Mail