CIV Moto3, Simone Mazzola (Kymco-Oral): “Voglio il titolo tricolore”

Moto3 CIV, il via a Vallelunga: Simone Mazzola (Kymco-Oral): “Voglio il titolo tricolore”. Luca Paletti: “Saremo protagonisti”

CIV Moto3 Vallelunga 2016 - Sorride soddisfatto, Simone Mazzola il 19enne capitolino pilota ufficiale del KYMCO-ORAL RACING TEAM Moto3, tirato a lucido e pronto a scendere in pista a Vallelunga per i primi due round del CIV 2016 in programma sabato 14 maggio (gara 1) e domenica 15 maggio (gara2).
- Mi sono preparato come non mai – attacca Simone - e voglio partire subito alla grande da Vallelunga, il circuito di casa mia, un tracciato tecnico dove il manico fa la differenza.

Un circuito dove hai già colto in passato belle soddisfazioni...

"Sì, indubbiamente mi sono sempre divertito e ho fatto sempre belle gare, ottenendo podi importanti come nel 2015 con la Kymco-Oral e successi indimenticabili, come la mia ultima vittoria in Moto3 nel 2014 in volata superando in staccata all’ultima curva un combattivo Lorenzo Dalla Porta cui mando i più cari saluti e i complimenti per il suo trionfo di domenica scorsa nel Cev a Le Mans."

Chi temi in particolare nel CIV 2016?

"Il CIV è cresciuto in questi anni, con piloti e moto sempre più al top. Quello della Moto3 sarà di certo un bel campionato, molto combattuto, da show, con tanti protagonisti: piloti 18enni-ventenni, già rodati ed esperti insieme ai nuovi arrivati, agguerritissimi ragazzini di 15-16 anni molto veloci e preparati, smaniosi di mettersi subito in luce."

KYMCO-ORAL RACING TEAM Moto3

E le moto avversarie?

"Beh, con in pista - oltre alla nostra Kymco-Oral - Ktm, Honda, Mahindra, Tm, Rmu di ultima generazione e con piloti adeguati a questi gioielli è facile capire che il CIV è diventato un campionato nazionale ma di livello internazionale."

Come sono andati i test pre campionato?

"Sono particolarmente motivato anche perché i test effettuati negli ultimi tre mesi - ben cinque su piste diverse - hanno dimostrato i progressi della nuova moto, sia di telaio, davvero guidabilissimo, direi un vestito su misura per me, che di motore, specie per la sua erogazione di potenza in basso. Parto con grande ottimismo e ringrazio il Kymco-Oral Racing Team, una realtà di livello internazionale e una struttura ufficiale di grande esperienza e di grande potenzialità, che mi supporta in toto per raggiungere i migliori risultati. Questo mio ottimismo diventa euforia se poi penso a cosa bolle in pentola nel reparto corse..."

Già, cosa bolle in pentola alla ORAL ENGINEERING di Baggiovara-Modena, dove da mesi insieme agli ingegneri e ai tecnici italiani del mitico reparto corse a due passi dalla Ferrari, vanno e vengono da Taiwan i “colleghi” del colosso asiatico Kymco?

"Io mi ritengo pilota fortunato: sono in un team di amici, veri appassionati, di grande qualità ed esperienza in pista guidato da un direttore d’orchestra qual è Daniele Cecchini e al contempo ho alle spalle una struttura di valore “mondiale” che progetta e fa sviluppo, incessantemente. Già a Vallelunga dispongo di una ottima moto, come detto: davvero un bel telaio e un bel motore, con un team instancabile e coeso che mi dà serenità e grande fiducia. Questa di Vallelunga è la moto “evo” su base 2015, al suo massimo step di sviluppo del progetto iniziale. Però..."

KYMCO-ORAL RACING TEAM Moto3

Però?...

"Però la partnership Kymco-Oral guarda avanti e crede nel progetto racing Moto3 per cui è pronta ad un ulteriore, significativo salto di qualità, con un nuovo, inedito propulsore di cui sento dire un gran bene..."

Quando porterai in pista il nuovo “gioiello”, per la prima volta?

"Non so. Ma non credo che dovrò attendere molto tempo. Il KYMCO-ORAL RACING TEAM è impegnato su due livelli: la partecipazione ai primi round del CIV MOTO3 con la moto attuale evoluzione del prototipo 2015 e lo sviluppo dell’inedito motore 250 Grand Prix, atteso al debutto quanto prima, comunque nel corso di questa stagione. Uno sforzo congiunto, quello del gruppo italo-taiwanese e dei loro tecnici, profuso per la progettazione e lo sviluppo del nuovo propulsore, caratterizzato tecnicamente – da quel che mi si dice - da una forte riduzione di peso e, potenzialmente, da un forte incremento delle prestazioni, in particolare agli alti regimi di giri."

Nel 2016 ti limiterai al CIV?

"Oltre ai 10 round del CIV 2016 il KYMCO-ORAL RACING TEAM ha l’obiettivo – verificate tutte le condizioni - di farmi debuttare a livello internazionale. Però non so dove e quando. C’è un programma in via di definizione. Io adesso voglio lottare per il podio e per la vittoria in ogni round del Civ e voglio battermi per il titolo tricolore. Poi si vedrà."

Incalza LUCA PALETTI (KYMCO racing manager)

"Sarà una stagione impegnativa ed entusiasmante. Il team ha lavorato molto bene durante i test invernali per fornire a Simone il miglior materiale per essere protagonista nel primo round di Vallelunga. Non ci resta che fare il conto alla rovescia per l’inizio del campionato. Poi si vedrà..."

Dalle parole di Simone Mazzola e di Luca Paletti si capisce che continua a svilupparsi positivamente la partnership fra il colosso industriale motoristico asiatico Kymco e la modenese Oral Engineering, da anni impegnata con Case e Team in Formula 1, nel motomondiale, in Sbk e in altre categorie motoristiche, oltre che nei settori della difesa e dell’aeronautica. La collaborazione avviata fra le due Società nel 2013 – come noto - si basa su un accordo per lo sviluppo di nuove tecnologie nel settore industriale, oltre all’impegno sempre più esteso nelle competizioni motociclistiche a livello nazionale e internazionale. Insomma, un tassello significato della globalizzazione che funziona, una partnership fra “eccellenze”, un ponte fra Modena e Taiwan, fra l’Italia e l’Asia. A Vallelunga, via alle danze!

  • shares
  • +1
  • Mail