I vincitori di Battle of the Kings 2016

Dopo una selezione durata 34 giorni, è H-D Bologna ad aggiudicarsi il titolo di Re della Battle of the Kings 2016, contest di customizzazione con protagonista il modello Iron 883.

Al secondo posto si classificano Harley-Davidson On The Road Napoli e al terzo Harley-Davidson Monza. Sulla base della nuova Sportster Iron 883 si sono dati battaglia per mesi 39 concessionarie ufficiali H-D che hanno dato prova della grande tradizione che contraddistingue la storia della casa di Milwaukee, da sempre attenta al fenomeno della customizzazione.

Dopo il successo della Street 750 scrambler nel 2015, i vincitori, mantenendo la carrozzeria originale, hanno optato per una customizzazione in stile cafe racer con 2 cerchi da 21x3.50”, sella, manopole, pedane, filtro aria e manubrio clubman Genuine, quindi proveniente tutto dal catalogo ufficiale H-D. Per realizzare una moto che avesse le sembianze di un prototipo da corsa, il team di Gabriele Funi, titolare di H-D Bologna ha realizzato artigianalmente lo scarico e il puntale.

01_battle_of_the_kings_2016_h-d_bologna.jpg

La concessionaria H-D On the Road Napoli ha invece realizzato la 883 Dream. L’ispirazione è nata dal desiderio del dealer Giovanni Borrelli di creare una moto di tipo Scrambler. Antonio, il capofficina, si è occupato di semplificare la parte elettronica della moto curando ogni dettaglio, mentre le mani esperte di Benedetto hanno plasmato il ferro per costruire la carrozzeria. Nello si è occupato di assemblare la moto e infine Gianbattista ha curato la ricerca delle parti. Il serbatoio proviene da uno Sportster 1200C, opportunamente modificato, mentre a completare l’opera provvedono i parafanghi semplificati e il sellone di fattura artigianale.

05_battle_of_the_kings_2016_h-d_on_the_road_napoli.jpg

Da H-D Monza la passione scrambler. Sulla base Iron 883 il team di Gugliemo Zappa si è cimentato nel costruire una scrambler moderna. Non una replica di una moto anni Settanta bensì una moto attuale che rispecchiasse però lo stile e le necessità per le quali le scrambler sono nate.

09_battle_of_the_kings_2016_h-d_monza.jpg

La battaglia è stata di altissimo livello e tutte le motociclette partecipanti hanno riscosso un notevole successo di pubblico, sia per gli interventi più profondi che per i dettagli stilistici. La famiglia Harley-Davidson Italia, grazie ai tre vincitori e soprattutto agli altri 36 progetti che hanno partecipato al contest The Battle of the Kings, ha confermato la professionalità indiscussa delle mani esperte dei protagonisti che hanno contribuito a dare vita al nuovo corso della filosofia #wearecustom.

  • shares
  • Mail