Regolamenti MotoGP: dal Mugello sensori per le gomme

La GP Commission ha imposto per la MotoGP l'uso dei sensori della pressione dei pneumatici Michelin. Le novità dei regolamenti

michelin.jpg

La Commissione Grand Prix che si è riunita il sabato scorso a Jerez la Frontera ha approvato alcune modifiche ai regolamenti tecnici e sportivi del Motomondiale. Ecco tutte le novità:

Regolamento Sportivo


Partenza anticipata


Decisioni con effetto immediato

Nel caso non sia possibile comminare la penalità del ride through nel corso della gara, al pilota sarà inflitta una penalità di tempo. Essa sarà determinata dalla Direzione di Gara e tutte le informazioni sulla penalizzazione saranno messe a disposizione della scuderia prima della gara nella quale il pilota sconterà la pena. Per motivi pratici si è deciso di rimuovere l’obbligo della comunicazione della sanzione entro quattro giri che adesso deve essere notificata il più velocemente possibile.

Riavvio rapido - Classe MotoGP


In MotoGP è stata espressa preoccupazione riguardo alla sicurezza del ritorno ai box durante la procedura del 'riavvio rapido', soprattutto, riguardo al rifornimento di carburante in totale sicurezza. Di conseguenza, quando una gara viene interrotta dopo aver completato una distanza inferiore ai tre giri, la corsa riprenderà con un passaggio in meno rispetto alle tornate iniziali.

A Michelin mechanic (C) inspects a tyre during the second day of 2016 MotoGP pre-season test at the Sepang International circuit on February 2, 2016. AFP PHOTO / MOHD RASFAN / AFP / MOHD RASFAN (Photo credit should read MOHD RASFAN/AFP/Getty Images)

Regolamento tecnico


Moto3, telaio e alimentazione - Con effetto immediato


Quando un costruttore introduce nuove parti di telaio, quelle stesse devono essere rese disponibili ed estese a tutte le scuderie legate a quella Casa.

MotoGP, sensori di pressione nelle gomme Michelin


Efficacia dal 20 maggio 2016

In classe MotoGP è stato approvato l’uso di sensori di pressione negli pneumatici; diventerà addirittura obbligatorio a partire dal GP d’Italia del 2016.

  • shares
  • Mail