MotoGP, Lorenzo: "Se vinco in Ducati farò la storia!" | Rossi: "Per me cambia poco"

Marquez, Lorenzo, Vinales, Dovizioso e Redding sono stati i protagonisti della conferenza stampa ufficiale per il GP di Spagna

Il capoclassifica del Mondiale MotoGP Marc Marquez (Honda Repsol), il Campione del Mondo in carica Jorge Lorenzo (Movistar Yamaha MotoGP), Andrea Dovizioso (Ducati Team), Maverick Vinales (Ecstar Suzuki), Scott Redding (Ducati Octo Pramac Yakhnich) e il boss delle attività sportive di Yamaha Lin Jarvis sono stati i protagonisti della conferenza stampa ufficiale che ha aperto il programma del GP di Spagna, quarto round stagionale in programma nel weekend a Jerez de La Frontera (clicca qui per orari e copertura TV).

Anche se il fine settimana di gare ormai incombe, la notizia della settimana in MotoGP è stata l'ufficializzazione del passaggio di Jorge Lorenzo in Ducati a partire dal 2017, e ovviamente questo argomento ha tenuto banco anche nella sala stampa del celebre impianto spagnolo.

In qualità di attuale leader della classifica iridata, come da solito protocollo, è stato però Marc Marquez il primo a prendere la parola:

“Questa è la prima gara in Europa e la prima in Spagna, quindi sarà un GP molto speciale per me. Da adesso in avanti le piste saranno diverse da Austin e vedremo come riusciremo a preparare la moto su questi circuiti a partire da domani, in ogni caso sono soddisfatto perché ad ogni GP ho delle sensazioni migliori sulla moto. Naturalmente questa è una pista dove Lorenzo è forte e l’anno è ancora lungo. Sarà sicuramente interessante vederlo correre con Ducati”.

Repsol Honda Team's Spanish rider Marc Marquez (R) and Movistar Yamaha MotoGP's Spanish rider Jorge Lorenzo give a press conference ahead of the Spanish Grand Prix at the Jerez racetrack in Jerez de la Frontera on April 21, 2016. / AFP / Cristina Quicler        (Photo credit should read CRISTINA QUICLER/AFP/Getty Images)

E poi è arrivato finalmente il turno di Jorge Lorenzo, per la prima volta davanti a un microfono e a dei giornalisti dal giorno del grande annuncio del suo matrimonio con la casa di Borgo Panigale:

“E' stata una delle scelte più difficili e importanti della mia vita, ma adesso sono concentrato solo sul presente e sul campionato 2016. La motivazione è stata quella provare a vincere con un’altra moto, necessitavo di questo cambiamento per aumentare le mie motivazioni e lavorare ancora meglio, ma per adesso il mio obiettivo è lottare per il titolo con la mia attuale squadra. Ho solo dato certezza al mio futuro, ma adesso devo concentrarmi su questo fine settimana. A Jerez l’anno scorso ho fatto una bella gara e quest’anno la stagione è iniziata bene: sono caduto in Argentina, ma il risultato in Texas è stato buono in ottica mondiale. Abbiamo più potenziale dell’anno scorso e possiamo vincere”

Incalzato dalle domande dei giornalisti sul suo futuro 'in rosso', il maiorchino ha poi continuato:

“Non ho ancora parlato con Stoner e non ho idea su chi sarà il mio compagno di box nella prossima stagione. Non dipende certo da me. Avrò più certezze quando salirò sulla moto per la prima volta, sia che sarà a Valencia a campionato concluso oppure dopo. La Ducati è come la Ferrari, credo che i fans abbiano un rapporto particolare con questa squadra: se vinco posso fare la storia”.

conferenza-stampa-motogp-jerez-8.jpg

Andrea Dovizioso è stato senza dubbio il pilota più sfortunato di questo inizio di stagione, abbattuto da altri piloti nei rounds di Argentina e Austin e ora a caccia di una riconferma dopo l'annuncio dell'arrivo di Lorenzo in Ducati:

“Abbiamo avuto la opportunità di lottare per il podio ma la posizione in campionato non rispecchia le nostre potenzialità” Ha detto il forlivese, incolpevolmente nella ghiaia nei due passati GP e che punta al suo primo risultato senza ombre. “Arriviamo in Europa e sarà molto interessante vedere quello che potremo fare su questi circuiti, la moto va bene. Penso il risultato e non a quello che è successo negli scorsi GP; non ho commesso errori e sono tranquillo ma la posizione in campionato mi fa pensare”

“Tutti adesso si sono resi conto che le nostre moto sono competitive e per l’anno prossimo il team Ducati avrà nel box un campione del mondo. Io penso al futuro, ma la mia preoccupazione più grande al momento è quella di fare bene in questa stagione. Sono tranquillo, ed è questa la cosa più importante”.

conferenza-stampa-motogp-jerez-5.jpg

Accasato Lorenzo, Maverick Viñales diventa probabilmente il pezzo più pregiato del mercato piloti. Il giovane spagnolo è stato protagonista di un inizio stagione sicuramente convincente, e i rumors di mercato lo vogliono vicino a prendere il posto del connazionale come nuovo compagno di colori di Valentino Rossi:

“Io sono tranquillo, è bello sapere che due Case così importanti (Suzuki e Yamaha) ti vogliono. Anche io sono concentrato sul lavoro con Suzuki per esprimere al massimo il nostro potenziale e raggiungere i migliori risultati possibili. Siamo vicini al podio e in Europa possiamo fare bene. Adesso epenso alla gara, poi valuterò con serenità le opzioni sul tavolo e deciderò il mio futuro. Dovrò scegliere la soluzione migliore per me stesso, con il cuore e con la testa”.

Scott Redding è reduce dall'ottimo sesto posto rimediato nel GP delle Americhe e si è detto desideroso di continuare a raccogliere piazzamenti di rilievo già a partire dal weekend di Jerez:

“Poco a poco stiamo migliorando. Abbiamo avuto qualche problema poi risolto in Texas, oltre al noto inconveniente con il posteriore che hanno visto tutti. Ci serve ancora un po’ di tempo per raggiungere la condizione migliore, ma tutto procede per il verso giusto”.

Repsol Honda Team's Spanish rider Marc Marquez (R) speaks with Movistar Yamaha MotoGP's Spanish rider Jorge Lorenzo (L) before a press conference during the Spanish Grand Prix at the Jerez racetrack in Jerez de la Frontera on April 21, 2016. / AFP / Cristina Quicler        (Photo credit should read CRISTINA QUICLER/AFP/Getty Images)

Lin Jarvis, inevitabilmente, non ha potuto che dire la sua sul passaggio di Lorenzo in Ducati, spendendo parole di elogio per il maiorchino:

“È brutto perdere Lorenzo, arriviamo a fine di un'era e questo è molto triste. Credo che Jorge possa essere il numero 1 anche in futuro. Non è stato facile tenere due piloti forti nello stesso box, ma continueremo a provarci"

"Ci sono alcuni nomi che stiamo valutando e stiamo parlando con i loro manager, sia giovani talenti che campioni consolidati. Non sarà facile, ci sono molte cose da considerare, ci prederemo il nostro tempo e poi prenderemo la decisone migliore.”

“Si, è vero: Maverick ci piace, ma come ho detto stiamo valutando vari nomi. Quando decideremo, la nostra scelta sarà resa pubblica in tempi brevi. Marquez? Bella idea, ma penso sia difficile che possa diventare il compagno di box di Valentino Rossi”.

“Abbiamo fatto la migliore offerta possibile a Jorge, avevamo i due piloti migliori e cambiare line-up non era quello che volevamo. La fine del rapporto è stata in termini amichevoli, come lo sono stati in tutti questi nove anni passati insieme”.

conferenza-stampa-motogp-jerez-7.jpg

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: