MotoGP: Ducati a Jerez contro il malocchio

Il team Ducati Corse si prepara al GP andaluso con la speranza di dare una svolta a un promettente ma sfortunatissimo avvio di stagione

andrea dovizioso motogp 2015

Nonostante l'annuncio del "matrimonio" con Jorge Lorenzo per il 2017, la Ducati deve pensare al presente, che prende il nome di Jerez de la Frontera. Il tracciato andaluso ospiterà la prossima gara, primo GP europeo della stagione, e dovrà necessariamente essere il terreno della riscossa di Borgo Panigale in questo sfortunatissimo avvio di Campionato: le ottime potenzialità della GP16 non hanno potuto essere confermate pienamente in gara, in quanto le due Desmosedici sono state loro malgrado protagoniste di ripetuti episodi che hanno compromesso la prestazione.

andrea-dovizioso-ducati-team-motogp-2016-argentina-1.jpg

Jerez non è certo una pista dimostratasi favorevole alla Ducati, tuttavia la Desmosedici GP di quest'anno appare certamente più matura e competitiva delle sue progenitrici ed entrambi gli Andrea possono ben sperare di essere assecondati da una moto che sembra ormai ai livelli di Honda e Yamaha. Andrea Dovizioso, incolpevole protagonista di due cadute in USA e Argentina, guarda fiducioso alla prossima gara:

“Purtroppo nelle ultime due gare ho perso due podi possibili, non per colpa mia, ed è ovviamente una situazione frustrante che si riflette anche sulla mia posizione in campionato. Sono però tranquillo perché nei primi GP di questa stagione, durante i weekend di gara ho sempre lavorato molto bene con la mia squadra e ho dimostrato una grande competitività in pista. Jerez è uno dei circuiti più difficili per la Ducati e per me, ma sono molto fiducioso nei nostri mezzi e quindi lotterò anche in Spagna per cercare di risalire sul podio.”

2016-iannone-cota.jpg

Dal canto suo Andrea Iannone spera di continuare sulla falsariga di quanto successo ad Austin, dove è riuscito ad agguantare il terzo gradino del podio dietro a Marquez e Lorenzo: “Adesso siamo tornati in Europa a Jerez, che è un circuito dove ho già vinto in Moto2 nel 2011 ed è una pista che mi piace molto. Dopo il mio primo podio in Texas due settimane fa credo che abbiamo il potenziale per poter continuare in questa direzione positiva, anche perché la Desmosedici GP è davvero molto competitiva. Per questo motivo - ha proseguito il #29 "arrivo in Spagna molto carico, per continuare il buon lavoro che sto facendo insieme alla mia squadra.”

  • shares
  • Mail